Anacardi: Proprietà, Benefici e Curiosità – Ricette?

0 65

Anacardi: Proprietà, Benefici e Curiosità – Ricette? Tutto quello che dovresti sapere sugli Anacardi, c’è chi dice che 3 anacardi al giorno, chi è a dieta sopporta meglio un regime di perdita peso, certo è che grazie a magnesio e triptofano, gli anacardi fanno lo stesso effetto del cioccolato, ma attenzione a come li scegliamo!

Gi anacardi sono originari del Brasile e vengono considerato un frutto oleoso spesso consigliato nelle diete dimagranti.

Gli anacardi infatti hanno numerosi benefici, che possiamo riassumere così:

  • Forniscono energia
  • Saziano
  • Rilassano il sistema nervoso
  • Favoriscono il buonumore
  • Contrastano la fame fuori pasto e la fame da stress

Inutile dire che bisogna scegliere gli anacardi secondo la varietà migliore, e di certo quella che preserva al meglio il patrimonio organolettico è la varietà a coltivazione bio-organic.

La lavorazione del seme di anacardo è infatti molto complessa: il guscio che riveste il frutto è fatto da una corteccia tossica che deve essere eliminata completamente, e di solito questo processo avviene tramite alte temperature o scottando il guscio in olio bollente: questo porta a privare i frutti di anacardo delle loro proprietà e dei principi attivi.

La lavorazione biologica a crudo (indicata con il termine raw), invece prevede una separazione del seme dal mallo tramite esposizione a luce solare: il procedimento è più lungo chiaramente ma lascia intatte le proprietà del seme stesso.

Proprietà e Benefici degli Anacardi

Gli anacardi contengono 18 tipi di aminoacidi, sostanze fondamentali per il corretto funzionamento del nostro organismo. Fra questi aminoacidi, gli anacardi contengono il triptofano (secondo alcuni studi in 100 g di anacardi sono contenuti ben 400 mg di triptofano): la proprietà del triptofano è quella di agire positivamente a livello cerebrale, combattendo gli stati di stress.

Senza il triptofano, infatti, il nostro organismo non potrebbe produrre la serotonina (nota anche come ormone della felicità), necessaria per l’equilibrio del sistema neurovegetativo.

Negli anacardi troviamo inoltre una discreta quantità di melatonina, ottima per chi soffre di insonnia, e poi ancora le vitamine A, K, vitamine del gruppo B, sali minerali, magnesio (un potente rasserenante) ed acido folico.

Sono presneti in abbondanza anche acido oleicolinoleico, molto efficaci sul sistema cardiovascolare (tengono infatti sotto controllo l’aumento del colesterolo “cattivo” e favoriscono la produzione del colesterolo “buono”).

Gli anacardi sono in grado di rallentare il passaggio degli zuccheri nel sangue, tanto che a questo frutto viene attrivuita una proprietà ipoglicemizzante.

Fra gli oligoelementi presenti negli anacardi c’è anche il rame, fondamentale nella formazione di elastina e collagene che aiutano ad avere maggior tonicità.

Grazie a tutte queste sostanze energizzanti (ma non eccitanti), gli anacardi sono uno spuntino di metà mattina o metà pomeriggio ideale, oppure una soluzione rapida quando sentiamo il bisogno di energia o di ricarica.

Uno snack a base di anacardi è una scelta migliore rispetto alla classica tazzina di caffè, e dovremmo preferirla anche ad un “cioccolatino”, che quando non è di qualità dà al nostro organismo solo zuccheri e calorie.

Gli anacardi, pur facendo parte della frutta secca, sono quelli che contengono meno grassi e che devono comunque essere consumati in modiche quantità, tanto che c’è chi dice che 3 al giorno sono più che sufficienti (quindi no alle abbuffate di anacardi!).

Curiosità, Il Latte di anacardi

Non tutti sanno che il latte di anacardi è una bevanda vegetale ricca e cremosa che si adatta molto bene alla preparazione di salse, dessert e creme (inclusa la besciamella). Per realizzarla in casa basta una tazza colma di anacardi.

Mettiamo i frutti in un recipiente con un litro di acqua e copriamo con un coperchio, quindi rilasciamo riposare per tre ore: quando gli anacardi saranno ammorbiditi elimina l’acqua e metti gli anacardi in un frullatore insieme ad un litro di acqua naturale ed un pizzico di sale marino, quindi passa il composto attraverso un colino.

La bevanda ottenuta può essere conservata in frigo per 3/4 giorni e può essere usata anche per allungare i frullati di frutta: se usata nel frullato riduce l’indice glicemico e rende il frullato maggiormente saziante!

Scrivi un commento, fai una domanda, racconta la tua esperienza:

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.