Burro Proprietà, Calorie, Controindicazioni

0 127

Il Burro, considerato uno dei più importanti ingredienti da utilizzare in cucina per la preparazione di moltissime ricette, questo prezioso latticino, che si ottiene in seguito alla scissione del grasso del latte, è un alimento ricco di proprietà benefiche, in grado di apportare vantaggi all’organismo umano.

Come viene prodotto? Quali sono le sue origini? Bisogna preferirlo all’olio d’oliva (di cui puoi leggere in Olio Extravergine di Oliva Proprietà e Benefici) o meno? Scopriamolo insieme!

In molti casi, si rivela prezioso per la salute umana, perché essendo ricco di vitamina A e di sali minerali, riesce ad apportare benefici all’intero organismo umano, specialmente a pelle e capelli.

Dunque, sebbene in passato il burro sia stato al centro di numerosi dibattiti per i suoi benefici, considerati vani, oggi si rivela uno dei migliori ingredienti da utilizzare in cucina per beneficiare delle sue proprietà e non solo.

Burro Produzione e Origini

Ottenuto dalla lavorazione del latte, il burro è un prodotto di origine animale, di facile produzione e sempre disponibile sul mercato.

Per quanto concerne le sue origini, possiamo affermare che, il burro è uno degli alimenti principali e, quindi, più utilizzati nella tradizione indiana, perché in India la mucca è considerato un animale sacro.

Non è tutto, perché si tratta di un ingrediente appartenente persino alla tradizione gastronomica europea e italiana, soprattutto dell’Italia del nord.

Infatti, a differenza del sud Italia, viene impiegato per la preparazione di molte ricette.

Come ti dicevo poc’anzi, inoltre, in passato il burro è stato considerato un alimento dannoso per la salute umana, da molti dietologi, ma ad oggi viene consigliato in moltissime diete, proprio per via dei suoi benefici.

Quanto alle sue origini, nei tempi antichi, più precisamente durante il medioevo, il burro veniva considerato come il cibo dei poveri, fu portato in tavola già dal 1500, e ampiamente consumato nella gran parte del mondo. Oggi viene preferito a molti altri tipi di condimenti per via delle sue proprietà benefiche, anche se resta comunque uno degli alimenti più ricchi di grassi saturi.

Burro Calorie e Valori Nutrizionali

Come ben saprai, il burro si costituisce da una buona fetta di grassi saturi, ma certamente non è carente di ulteriori nutrienti essenziali per la salute umana. Dunque, per quanto concerne l’apporto calorico, il burro contiene ben 758 kcal per 100 grammi di prodotto, che sono presenti in forma di lipidi al 99% e carboidrati all’1%.

Quanto ai valori nutrizionali, possiamo affermare che il burro vanta di determinati nutrienti per 100 grammi di prodotto, quali:

  • 83,4 gr di lipidi;
  • 14,1 gr di acqua;
  • 0,8 gr di proteine;
  • 250 gr di colesterolo.

Vitamine e Minerali

Come ti dicevo pocanzi, il burro non è un alimento da demonizzare perché ricco di grassi, di cui circa il 25% è rappresentato da grassi monoinsaturi, il 50% circa da grassi saturi e il 2,7% di grassi polinsaturi, in quanto al suo interno contiene persino vitamine e minerali importanti per l’organismo.

Per quanto concerne le vitamine e i minerali, dunque, vediamo la presenza di:

  • vitamina E – 2,4 mg;
  • vitamina A – 930 Qg;
  • vitamina K;
  • fosforo – 16 mg;
  • sodio – 7 mg;
  • calcio – 27 mg;
  • potassio -15 Mg.

Per di più, trattandosi di un prodotto contenente basse quantità di lattosio, il burro si rivela uno dei migliori latticini da poter consumare anche in presenza di intolleranze allo zucchero presente nel latte e nei latticini.

Naturalmente, in caso di intolleranza al lattosio e lattulosio, è necessario consumare soltanto piccole quantità di burro, per evitare di soffrire di sintomi fastidiosi.

I grassi presenti nel burro sono derivati dal latte in una quantità compresa tra l’80% e il 90%, mentre l’acqua è contenuta al 16% e il residuo secco magro è presente al 2%, e si compone a sua volta da lattosio, sali minerali, vitamine e minerali.

Il colesterolo presente il 100 grammi di burro è pari a 250 mg, e una minima assunzione di prodotti, pari a 10 grammi contiene 25 mg di colesterolo e 75/76 kcal circa.

Grazie alla vitamina A, D, E, K di cui dispone, il burro fa bene alla salute degli occhi, ma anche a ossa e denti. Inoltre, la vitamina E essendo ricca di antiossidanti, si rivela importante per contrastare i radicali liberi, rivelandosi un buon antiage.

Nello specifico, invece, la vitamina K si rivela importante per la coagulazione sanguigna.

Il burro apporta moltissimi benefici alla salute umana, perché essendo ricco di calcio e fosforo, si rivela importante per la corretta salute delle ossa e dei tessuti.

Invece, il fosforo è importante per il corretto metabolismo cellulare e per quello vitaminico.

Al suo interno, il burro contiene persino acido linoleico coniugato, che si rivela straordinariamente importante per il metabolismo, che appunto viene velocizzato.

Per di più, si tratta di un acido contenente proprietà antitumorali, in grado di prevenire i tumori.

Le sue proprietà benefiche sono rappresentate persino dall’acido butirrico, ossia un grasso che si occupa della salute dell’apparato digerente, proteggendolo dalle malattie, e vantando quindi di un’azione preventiva nei confronti delle infiammazioni intestinali e così via.

Infine, l’acido butirrico è in grado di riequilibrare il sistema immunitario, rafforzando le difese immunitarie e agendo positivamente sull’intero tratto intestinale.

Meglio il Burro o l’Olio d’Oliva?

Valido sostituto dell’olio, utilizzato a tavola per la preparazione di molte ricette, apprezzato anche dai più piccini, il burro si rivela un alimento piuttosto versatile, soprattutto in cucina.

Oltre a rendere più gustose le ricette, il burro può essere consumato al posto dell’olio d’oliva, anche se entrambi si rivelano fondamentali soprattutto per la salute umana, tuttavia l’olio d’oliva contiene un apporto calorico maggiore rispetto al burro.

Sebbene l’olio d’oliva si riveli un valido alleato per la salute del cuore, anche il burro fa bene all’organismo, in quanto rappresenta un buon alleato per la salute delle ossa e non solo, per via delle elevate quantità di calcio di cui dispone.

In buona sostanza, il burro si rivela poco più salutare dell’olio d’oliva, in quanto si caratterizza da un apporto calorico poco più basso rispetto all’olio, e nello specifico vanta di un considerevole fabbisogno energetico, per via dell’eccellente presenza di vitamine e proteine.

Il Burro Fa Male?

Il burro è sempre stato al centro di numerosi dibattiti per via delle sue origini, in quanto parliamo di un prodotto di origini animali.

Tuttavia, diversamente da quanto si diceva in passato, questo alimento può essere considerato salutare come l’olio d’oliva, in quanto contiene al suo interno grassi che, addirittura possono determinare l’aumento del colesterolo buono (HDL), con l’apporto di moltissimi benefici.

Per quanto riguarda il colesterolo cattivo (LDL), questo aumenta con l’assunzione assidua di burro, solo se vi è l’aumentare del colesterolo buono (HDL), che tra l’altro può essere considerato un fattore positivo, perché vi è un netto potenziamento del rapporto tra i due tipi di colesterolo, e conseguente riduzione del rischio di soffrire di malattie cardiache e così via.

Per di più, il burro contiene al suo interno acidi grassi saturi a catena corta, che sembrerebbe apportino effetti positivi alla salute umana. Di fatti, ci riferiamo a grassi che vengono assimilati in maniera molto rapida donando una maggiore energia, rivelandosi tra l’altro dei grassi molti utili per i soggetti più attivi, come sportivi, lavoratori e così via.

Si ritiene, inoltre, che questi grassi presenti nel burro, si caratterizzano da proprietà antimicrobiche, antitumorali e antivirali.

Naturalmente, mangiare un’intera barretta di burro non fa bene, ma se consumato moderatamente, a crudo e non fritto il burro si rivela un buon alleato in cucina e per la salute umana, soprattutto.

E con ciò, possiamo definire il burro come un alimento ricco di benefici per la salute umana.

Controindicazioni

Sebbene si tratti di un alimento che vanta delle giuste proprietà benefiche, in grado di apportare benefici alla salute umana, il burro presenta persino delle controindicazioni, che sono apportate ovviamente da un eccessivo consumo di tale prodotto.

Dunque, trattandosi di un prodotto ricco di colesterolo, deve essere evitato da tutti i soggetti che soffrono di problematiche cardiocircolatorie.

Inoltre, caratterizzandosi da un basso punto di fumo, può risultare poco digeribile a crudo, tuttavia, gli acidi grassi a catena corta, vengono facilmente spezzati con la cottura, e per tal motivo può rivelarsi tossico per la salute, poiché in seguito alla cottura il burro rilascia delle sostanze nocive.

Naturalmente, il suo consumo deve essere limitato persino per via del suo apporto calorico, che sebbene sia più basso dell’olio d’oliva, non apporta benefici se consumato eccessivamente.

Si sconsiglia inoltre di consumare il burro prima di andare a letto, poiché comporta persino acidità di stomaco, in quanto si rivela difficile da digerire.

Scrivi un commento, fai una domanda, racconta la tua esperienza:

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.