Dieta Atkins: Come Funziona?

0 94

Dieta Atkins: Come Funziona? La fonte energetica principale della dieta Atkins prevede l’assunzione di proteine e grassi. La dieta Atkins è stata realizzata nel 1972 dal medico americano Rbert. C. Atkins, che ha ideato un regime alimentare per curare il diabete mellito.

L’alimento principale da assumere, quindi, in questo regime alimentare, sono le proteine, che, insieme ai grassi diventano la fonte essenziale da cui l’organismo riesce ad attingere le richieste energetiche.

Nella dieta Atkins, non è prevista un’elevata quantità di carboidrati da assumere, quindi, le proteine abbinate ai grassi, permettono di dimagrire rapidamente.

Infatti, riducendo o eliminando i carboidrati e gli zuccheri, il senso di sazietà aumenta notevolmente, facendo accrescere anche il dispendio energetico e stimolando pure la produzione di ormoni anabolici, che se abbinati allo sport, permettono di innalzare il metabolismo basale.

Come funziona la Dieta Atkins?

La dieta Atkins funziona in maniera molto semplice ed è composta da 4 fasi diverse fra loro.

La prima fase prevede l’eliminazione totale dei carboidrati.

La seconda fase prevede la reintroduzione graduale dei carboidrati, iniziando ad assumere maggiormente verdure. La terza fase aumenta notevolmente l’apporto di carboidrati.

La quarta e ultima fase, invece, viene seguita dalla maggior parte delle persone, e prevede la limitazione del fabbisogno glucidico tra i 60 e i 90 grammi giornalieri.

Gli alimenti principali da consumare in questa dieta sono: carne, pesce, uova, formaggi, caffè decaffeinato, tè senza zucchero, brodo, tisane e acqua.

In questo regime alimentare per la perida di peso, è assolutamente vietato assumere frutta, latte, cereali, yogurt, alcolici, prodotti da forno, legumi e dolci.

Come molte altre diete, anche la dieta Atkins prevede pro e contro. Il dimagrimento è concreto e si ha la possibilità di dimagrire in breve tempo, tuttavia ci riferiamo a risultati che si possono ottenere anche con altri tipi di diete più salutari.

Infatti, con la dieta Atkins a causa di un maggiore apporto di grassi animali, si va incontro a carenze di vitamine, fibre e sali minerali.

Inoltre, se questo regime alimentare viene seguito per un tempo prolungato, la perdita di sodio e potassio è maggiore, e causa anche stitichezza.

Bruciando in particolar modo grassi l’organismo è obbligato a produrre corpi chetonici, in quanto il cervello non ha la possibilità di utilizzare grassi a scopo energetico.

Questi elementi, dunque, riducono notevolmente il pH ematico e provocano sintomi come affaticamento, cefalea, nausea e addirittura il coma.

Controindicazioni della dieta Atkins: Fa male?

A causa della riduzione di carboidrati, si va in contro anche a importanti riduzioni di fibre. Questa dieta, inoltre, non regola in maniera del tutto precisa la quantità di grassi da poter assumere.

Quindi può essere definito un regime alimentare che, sì permette di dimagrire in breve tempo, ma causa all’organismo un maggiore stress.

Con ciò, possiamo affermare che non può essere assolutamente seguita senza un adeguato controllo medico.

La dieta Atkins è perfetta per tutti coloro che vogliono perdere i chili di troppo in breve tempo.

È utile anche in caso di colon irritabile, dissenteria, colite e problemi di meteorismo. Tuttavia, non è indicata da coloro che soffrono di reumatismi, stitichezza, nervosismo, gotta, osteoporosi e insonnia.

Scopri la nostra sezione dedicata alle diete per perdere peso, su Metodiperdimagrire.it, oppure condividi quest’articolo su facebook, lascia il tuo commento o metti un mi piace!

Scrivi un commento, fai una domanda, racconta la tua esperienza:

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.