Dieta del Minestrone

116

Dieta del minestrone

Cosa è la dieta del minestrone e come funziona

Se il tuo obiettivo è quello di dimagrire in tempi record, la dieta del minestrone è quello che cerchi, a patto di rispettarla come un vero e proprio dogma.

Qui proverò a fornirti indicazioni dettagliate su origine, pro e contro di questa dieta, spiegando quali siano gli effetti positivi e quali le eventuali controindicazioni.

Il Momento Migliore per Iniziare la Dieta del Minestrone

Quando si può cominciare la dieta?

Iniziamo dal dire che sarebbe meglio definirla come regime alimentare privativo benché depurante e disintossicante.

Non potrà essere seguita per periodi troppo lunghi poiché non bilanciata ma comunque avrà la capacità di stimolare l’eliminazione delle tossine grazie all’apporto di liquidi molto alto e di conseguenza stimolare la diuresi.

Considerato l’aumento dell’attività minzionale, ti suggerisco di iniziarla nel fine settimana onde evitare di trovarti ad avere a che fare con i tanti impegni lavorativi o del quotidiano proprio all’inizio della dieta.

Come Funziona la Dieta del Minestrone?

In cosa consiste questa dieta?

La dieta consiste nell’assunzione quotidiana ripetuta a tutti i pasti, colazione e merenda compresi, di un minestrone di verdure, abbinato a frutta, a volte delle fette biscottate e molti liquidi.

In generale la perdita di peso dovrebbe essere di 5kg in una settimana, la dieta andrà assolutamente interrotta se il dimagrimento sarà maggiore in tempi ridotti rispetto al previsto.

In ogni caso un primo rimedio sarà mangiare qualche fetta biscottata in più e magari integrare i pranzi con pasta o riso integrali.

In generale sarebbe comunque necessario rivolgersi ad un nutrizionista qualificato per realizzare il regime alimentare più adatto a voi, anche se in ogni caso è possibile fornire delle indicazioni generali che valgono sempre, soprattutto in una dieta lampo come questa del minestrone.

Origini della Dieta del Minestrone

Come è nata la dieta del minestrone?

Nata negli Stati Uniti su idea di un cardiochirurgo che doveva preparare dei pazienti fortemente obesi e di conseguenza ottenere un rapido dimagrimento, questo regime alimentare estremo ottenne un risultato assolutamente incoraggiante, con un calo ponderale anche di 7/10 chili in un massimo di due settimane (periodo oltre il quale la dieta deve essere interrotta in ogni caso).

Il risultato, contrariamente a quanto appariva però non solo non era stabile a causa dell’altrettanto veloce recupero, ma si limitava ad agire su muscoli e liquidi, lasciando quasi inalterata la massa grassa.

Inevitabilmente però chi cercava un rapido dimagrimento, fece sua questa dieta per avere una rapida scorciatoia nel conseguire il risultato tanto cercato.

Varianti della Dieta del Minestrone

Scegli la dieta del minestrone più adatta

Nel mondo dei sostenitori delle diete si è comunque provato a renderla più bilanciata integrando l’elemento principale con sali minerali e vitamine, sostenendo che in ogni caso nelle verdure erano già presenti e quindi non fosse vero che si trattasse di una dieta gravemente carente dal punto di vista del corretto apporto nutrizionale.

A onor del vero, nella sua versione originale, erano contemplati anche l’assunzione di manzo nel minestrone dalla seconda settimana e il bere latte e yogurt già dal quarto giorno.

L’averla poi adattata anche per i regimi vegetariani o vegani, la ha resa ancora più appetibile per tutti i diversi orientamenti, rispettandone le scelte, che siano tali per ragioni etiche o di intolleranze varie.

Altra previsione del medico ideatore era che dovesse essere praticata una moderata attività fisica di una mezz’ora circa, al fine di attivare il metabolismo corporeo e promuovere il consumo dei grassi.

Criticità della Dieta del Minestrone

La dieta del minestrone fa male?

Seguire la dieta del minestrone, anche se consente di ottenere risultati stupefacenti, ha come sgradevole problematica collaterale quella di avere nella maggior parte dei casi un effetto yo-yo con conseguente recupero dei chili persi.

Sovente le persone si lamentano perché viene loro detto, oltre al minestrone, di bere anche almeno 1,5/2 litri d’acqua al giorno, il che non è sempre facile visto che l’unico alimento consentito è già liquido.

La spiegazione ha un duplice ordine di validi motivi. Da un lato bere acqua minerale consente di reintegrare i sali minerali di cui la dieta è povera, dall’altro permette di placare la fame che necessariamente insorge poiché il minestrone non agisce sul senso di sazietà.

La migliore soluzione per dimagrire in modo più sano sarebbe quella di aggiungere anche i carboidrati e le proteine animali alla dieta del minestrone, in modo da non sentirsi stanchi e perdere massa muscolare.

Detto quanto sopra, se vuoi avere una dieta magari difficile da seguire scrupolosamente, ma dal sicuro risultato nell’immediato, la dieta del minestrone può fare davvero al caso tuo.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.