Dieta della Frutta, Come Funziona?

0 166

Dieta della Frutta, Come Funziona? La dieta della frutta consiste in un regime alimentare semplice ed essenziale per sopravvivere, che si basa sul prevalente consumo di frutta, e che prevede l’eliminazione dei cibi industriali, di quelli in scatola e fermentati.

Nella dieta della frutta quindi non si devono contare le calorie e non ci sono orari da seguire, e nemmeno categorie di alimenti completamente vietati.

Molte volte la dieta della frutta, quando diventa un regime alimentare regolare, diventa di conseguenza una tendenza appartenente alle pratiche vegetariane, vegane e crudiste.

L’alimento principale di questa dieta è la frutta, che viene seguita anche per correggere gli eccessi alimentari. Tutti coloro che seguono la dieta della frutta si nutrono in modo semplice, evitando cibi spazzatura e già pronti.

Solitamente il frutto che deve essere consumato maggiormente durante i primi 10 giorni di dieta, è l’ananas proprio perché considerato un alimento brucia grassi.

Nella dieta viene inserita anche la papaia, perché ricca di proteine, l’anguria, invece viene impiegata per combattere gli eccessi di sale.

Un altro frutto da consumare durante questa dieta, è la prugna che regola l’intestino; si può assumere anche uva e fragole.

Questa dieta può essere seguita per perdere peso e per purificare l’intero organismo da un’alimentazione eccessiva e ricca di grassi. La dieta della frutta prevede tre fasi: un periodo di disintossicazione in cui si assume soltanto frutta.

Un periodo dalla durata di 20 giorni che prevede il consumo di frutta e l’inserimento graduale di ogni alimento, e un periodo di mantenimento che può essere seguito anche per diverso tempo.

Durante queste tre fasi si preferisce un solo tipo di frutta, in base alla stagione, ai propri gusti e ai problemi da affrontare. I tipi di frutta più adatti per questa dieta sono: albicocche, ciliegie, fragole, meloni, pesche, prugne e anguria.

Questo regime alimentare può essere seguito in due modi: è possibile sostituire la colazione con un’abbondante quantità di frutta, che deve essere consumata cruda, senza aggiunta di zucchero e altri tipi di alimenti. La durata del primo metodo ha la durata di un mese.

La dieta della frutta, inoltre, può essere eseguita in un altro modo che dura tre giorni, e prevede l’assunzione del solo tipo di frutta scelto durante tutti i pasti giornalieri.

Naturalmente, come ogni altro tipo di dieta, anche questa prevede delle proprietà e dei benefici, che ovviamente sono dati dal frutto che si consuma.

Le fragole, per esempio, hanno proprietà diuretiche, lassative e ipotensive, che stimolano il fegato e la cistifellea, e combattono anche l’astenia e la stanchezza. Le pesche sono indicate in caso di gonfiore, stitichezza, ritenzione idrica, pelle impura e calcoli renali.

Le albicocche sono consigliate a tutti coloro che soffrono di dissenteria, stitichezza, colon irritabile, insonnia, anemia, inappetenza e nervosismo. Le ciliege sono purificanti e utili per il sistema immunitario, in quanto vanno a incrementare le difese immunitarie. L’anguria è indicata per depurarsi e per combattere le emorroidi.

Scrivi un commento, fai una domanda, racconta la tua esperienza:

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.