Dieta dell’Indice Glicemico: Funziona Veramente?

0 249

Dieta dell’Indice Glicemico: Funziona Veramente? – Questo regime alimentare è adatto a tutti coloro che vogliono tenere sotto controllo il proprio peso, in quanto è in grado di tenere a bada il peso corporeo, placando anche gli improvvisi attacchi di fame.

Quella dell’indice glicemico è una dieta che insegna a mangiare regolarmente, senza abbuffarsi e senza assumere cibi spazzatura, e a vivere in modo più sano.

Con questo regime alimentare non bisogna eliminare i carboidrati, ma di bilanciare alla perfezione il loro indice glicemico, riducendo i cibi ad elevato IG e incrementando quelli a basso IG.

Con l’espressione indice glicemico, ci riferiamo alla facoltà di un alimento di innalzare il livello di glucosio nel sangue più rapidamente (leggi anche Carboidrati, Indice Glicemico e Carico Glicemico).

Maggiore è l’IG, più l’alimento sarà trasformato in zucchero nel sangue. Sappiamo bene che quando assumiamo alimenti ad alto contenuto di carboidrati, vi è l’innalzamento della glicemia, ossia il livello di glucosio nel sangue.

L’insulina, un ormone del pancreas, andrà a lavorare questi ricavati da questi alimenti. Dunque, maggiore è la quantità di glucosio che entra nel sangue e maggiore è l’insulina che viene prodotta. Inoltre, se il livello di insulina nel sangue è maggiore, si innescano determinati meccanismi, che nello specifico vanno a facilitare la formazione del grasso, quindi si aumenta di peso.

Cos’è la dieta dell’indice glicemico?

Si tratta di un regime alimentare spesso impiegato nelle diete per la perdita di peso che si basano sulla quantità di glucosio presente nel sangue. Una dieta del genere impiega l’indice glicemico per la scelta degli alimenti, ma soprattutto delle porzioni.

Dunque, quella dell’indice glicemico, non prevede uno scarso apporto di carboidrati. Non parliamo nemmeno di un regime alimentare dietetico a basso contenuto di grassi, e non vi è nemmeno la riduzione delle dimensioni delle porzioni, ma ci riferiamo a un approccio che permette l’assunzione di determinati tipi di carboidrati.

L’obiettivo di questa dieta è quello di consumare alimenti e bevande con basso indice glicemico in modo da permettere di mantenere un sano equilibrio del livello di zuccheri nel sangue. La dieta dell’indice glicemico, viene scelta da coloro che desiderano modificare le abitudini alimentari, seguire un regime alimentare per diverso tempo, per evitare squilibri glicemici oppure evitare il conteggio delle calorie.

Naturalmente, prima di iniziare a seguire questo tipo di dieta, bisogna sempre rivolgersi al proprio medico, specialmente se si soffre di determinate patologie, come il diabete.

Come funziona la dieta IG?

Questo regime alimentare, funziona in maniera davvero semplice, in quanto si basa sugli alimenti che fanno aumentare lentamente la glicemia unendo a questi la forza delle fibre alimentari presenti negli stessi, permettendo un maggiore senso di sazietà e minori attacchi di fame. Dunque, ci si sente sazi e appagati, con una minore voglia di mangiare fuori dai pasti principali.

Per utilizzare nel miglior modo possibile l’indice glicemico, basta soltanto procurarsi delle specifiche tabelle che differenziano gli alimenti ad alto, medio e basso indice glicemico.

In questo modo, è possibile capire più facilmente quali sono gli alimenti che vengono digeriti velocemente e metabolizzati, provocando un elevato picchio di zucchero nel sangue.

Esempio di dieta settimanale

E’ di fondamentale importanza stare attenti alla qualità degli alimenti che tutti i giorni assumiamo. Infatti, per ridurre il rischio di sovrappeso e diabete, è assolutamente necessario eliminare, o perlomeno limitare gli alimenti troppo zuccherati.

Giorno 1

  • Colazione: yogurt magro con fiocchi d’avena + fragole
  • Spuntino: spremuta di agrumi
  • Pranzo: pasta integrale + carciofi + aglio + prezzemolo, insalata
  • Merenda: grana padano (1 pezzo)
  • Cena: pane integrale, ratatouille di verdure + semi di sesamo e tofu, macedonia.

Giorno 2

  • Colazione: kiwi (1) + fetta di pane integrale con formaggio magro e semi di lino
  • Spuntino: 3 albicocche secche
  • Pranzo: riso basmati con verdure in salsa di pomodoro + fragole
  • Merenda: frullato con latte, yogurt e frutto a scelta senza zucchero
  • Cena: pane integrale + insalata di fagioli, tonno al naturale, cipolla rossa, rucola, limone e prezzemolo.

Giorno 3

  • Colazione: omelette con prosciutto cotto
  • Spuntino: spremuta di agrumi
  • Pranzo: pane integrale (1 fetta) + insalata con tofu
  • Merenda: cioccolato fondente al 70% (1 pezzo)
  • Cena: orata cotta al forno con zucchine + crema di verdure con basilico + coppa di fragole.

Giorno 4

  • Colazione: spremuta di pompelmo + macedonia di frutta e semi di girasole
  • Spuntino: yogurt magro
  • Pranzo: riso basmati con erbe aromatiche e limone + insalata con semi di sesamo e tamari
  • Merenda: cioccolato fondente al 70% (1 pezzo)
  • Cena: insalata di salmone e carciofi + una pera.

Giorno 5

  • Colazione: yogurt magro + fiocchi d’avena + albicocche secche
  • Spuntino: succo di pomodoro con pepe e limone
  • Pranzo: pane integrale + insalata di frutta e verdura con yogurt magro + macedonia di pompelmo
  • Merenda: grana padano (1 pezzo)
    Cena: pane integrale + asparagi cotti al vapore con uovo sodo + crema di verdure con aromi e coppa di fragole.

Giorno 6

  • Colazione: ricotta magra con fiocchi di avena e semi di lino
  • Spuntino: spremuta di agrumi
  • Pranzo: riso integrale + piselli freschi + insalata con senape
  • Merenda: 3 albicocche secche
  • Cena: insalata di carciofi + erbe aromatiche e limone + macedonia e calice di vino bianco.

Giorno 7

  • Colazione: succo di pomodoro con pepe e limone
  • Pranzo: insalata di calamari con erbe
  • Merenda: frullato + yogurt magro
  • Cena: quinoa con fave e piselli + antipasto piccante con tofu, peperoncino in polvere, origano, olio e limone.

Opinioni dieta dell’indice glicemico: funziona veramente?

Dunque, una dieta commerciale che si basa sull’indice glicemico afferma che si dimagrisce senza dover calcolare i carboidrati e le calorie.

Si afferma anche che i cibi a basso indice glicemico sazino maggiormente per un maggiore lasso di tempo, equilibrando la quantità di glucosio nel sangue.

Tuttavia, molti studi risultano essere contraddittori. Infatti, c’è chi sostiene che per quanto concerne le calorie, non è elevata la differenza nello stimolo della fame che si ha dopo aver mangiato un alimento ad elevato indice glicemico o a basso indice glicemico.

Altre ricerche, però, sostengono che è molto più probabile dimagrire e ridurre il BMI con questo tipo di dieta rispetto a un regime alimentare dietetico classico.

Altri studi dimostrano che, è possibile dimagrire con la dieta dell’indice glicemico, dato che si prediligono proteine e più fibre, e il regime alimentare permette di ridurre le dimensioni delle porzioni, e quindi di assumere meno cibo.

Associata a una regolare attività fisica, la dieta indice glicemico assicura un ottimale peso forma e un buona salute.

Metodi Per Dimagrire - Newsletter Gratuita

Ti piacerebbe ricevere articoli, consigli, guide e approfondimenti su diete, alimentazione, metodi per dimagrire, salute, integratori alimentari e bellezza?

Non perderti la nostra Mailing List, è Gratis!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.