La Dieta Per Chi Fa Nuoto e i Migliori Alimenti da Consumare

la dieta per chi fa nuoto e i migliori alimenti da consumare
0 20

La Dieta Per Chi Fa Nuoto e i Migliori Alimenti da Consumare – Sebbene possa sembrare uno sport rilassante e piacevole, il nuoto è una disciplina piuttosto dura e che richiede molta resistenza, soprattutto se si vuole ottenere un rendimento impeccabile!

Di fatti, a differenza di molte altre discipline sportive, il nuoto è lo sport migliore per perfezionare al massimo la preparazione e per aumentare le proprie prestazioni per la produzione di energia.

Dunque, possiamo definirlo come una disciplina sportiva che richiede un costante e intenso allenamento, che dal punto di vista alimentare, inoltre, richiede una grandissima attenzione, soprattutto per ottenere i risultati sperati.

allenamento nuotoDurante una nuotata, infatti, il nuotatore deve produrre elevate quantità di energia da spendere per una competizione impeccabile.

Quindi, mangiare prima dell’allenamento è di estrema importanza per donare all’organismo la giusta quantità di energia di cui necessita per svolgere al meglio la sua attività sportiva.

Sebbene per un altro tipo di sport, possa sembrare normale mangiare diversi alimenti prima di iniziare a fare attività, per il nuoto la questione è completamente differente.

Seppure le gare più brevi non richiedano chissà quale tipo di alimentazione, l’allenamento di un nuotatore è piuttosto duro e faticoso, e richiede a sua volta un maggior dispendio di energie, in cui però ricopre un ruolo alquanto importante persino la produzione energetica tramite i processi aerobici che impiegano sia grassi che carboidrati come substrato.

L’alimentazione per i nuotatori, quindi, è fondamentale, proprio perché un regime alimentare ricco dei giusti nutrienti, ricopre un ruolo piuttosto importante nel miglioramento della forza muscolare che consente soprattutto di perfezionare gli allenamenti e nuotare in maniera più veloce.

Un corretto regime alimentare per i nuotatori, dunque, deve prima di tutto comprendere il giusto apporto di tutti i nutrienti, quali carboidrati, grassi e proteine, perché l’atleta non deve appesantirsi e disporre delle giuste energie prima di qualsiasi allenamento.

Per ottenere migliori prestazioni durante l’allenamento o le competizioni, i nuotatori dovrebbero consumare più carboidrati, proprio perché si trattano dei migliori nutrienti in grado di donare la gran parte delle energie.

Di fatti i carboidrati vengono gradualmente digeriti e consumati tramite il processo metabolico, donando quindi maggior energia per un più lungo periodo di tempo.

Quindi, è di estrema importanza consumare regolarmente i carboidrati, in modo da migliorare le prestazioni e assicurarsi il giusto livello di energia durante una sessione di nuoto.

Oltre ai carboidrati, i nuotatori devono considerare anche l’apporto di proteine, per mantenere funzionali tutte le cellule dell’organismo, soprattutto i muscoli, favorendo la loro riparazione quando opportuno.

Grazie a un regolare apporto di proteine, che è pari a 0,8 per gli atleti per chilo corporeo, è possibile assicurarsi i migliori risultati dopo un allenamento o una competizione.

Tuttavia, in determinati sport proprio come il nuoto, non bisogna esagerare con il consumo di proteine, poiché l’organismo umano non ha le giuste capacità di utilizzare ogni singola proteina che si introduce nel proprio organismo, provocando in determinati casi rischi per i reni.

dieta per il nuotoOgni atleta inoltre deve considerare anche l’apporto di grassi, tra cui omega 3 e omega 6, che risultano dei nutrienti specifici soprattutto nel caso del nuoto.

Di fatti, i grassi risultano essere una valida fonte energetica, alla quale però bisogna stare molto attenti, perché un grammo di grassi viene convertito in 9 kcal, invece un grammo di carboidrati si trasforma in 4 kcal.

A differenza dei carboidrati, però, i grassi vengono consumati con più rapidità dall’organismo umano.

Bisogna sapere anche che, i grassi vengono immagazzinati dal corpo in maniera tale da richiedere un tempo maggiore per essere consumati e ciò può limitare le prestazioni durante una sessione di nuoto.

Se si preferisce adottare alimenti con un moderato contenuto di grassi, bisogna preferire alimenti con grassi non saturi, in modo da non gonfiarsi di grassi nocivi. In questo caso è preferibile scegliere alimenti come arachidi oppure anacardi e persino olio evo per i condimenti. Se non si riesce a rinunciare agli alimenti contenenti grassi saturi, è possibile consumare questo tipo di cibo in seguito all’allenamento, per evitare di appesantirsi troppo prima di una gara o di un allenamento specifico.

Sali Minerali e Acqua Durante lo Sport

Corretta Idratazione Durante il Nuoto

Un altro aspetto fondamentale per quanto riguarda il nuoto, è la giusta idratazione. Infatti, sebbene il nuoto sia uno sport d’acqua, in cui non si ha la sensazione di sudare, l’organismo consuma comunque una determinata quantità di energie, richiedendo allo stesso tempo la giusta idratazione.

Questo accade perché durante il nuoto, l’organismo umano perde una maggior quantità di sali minerali e di liquidi.

Grazie a una giusta alimentazione e a una corretta idratazione, quindi, è possibile avere il massimo durante le prestazioni.

Un nuotatore, dunque, dovrebbe consumare almeno due litri di acqua al giorno. Una scarsa idratazione, infatti, potrebbe influire notevolmente sui livelli energetici e sulle prestazioni di un qualsiasi nuotatore.

È opportuno, quindi, portare sempre una bottiglia di acqua in piscina e bere sia prima che dopo l’allenamento.

Trattandosi, dunque, di una disciplina sportiva che richiede un maggior dispendio energetico, il nuoto deve comprendere un regime alimentare che possano aiutare l’atleta a sostenere al meglio le sue prestazioni. Quindi, preferire carboidrati come pasta, pane, cereali, frutta e verdura per disporre delle giuste energie da spendere durante l’attività fisica.

Inoltre, un nuotatore deve assumere le giuste quantità di proteine, come carni magre, pesce, legumi, latte e uova e, grassi non saturi, come frutta secca, olio d’oliva e avocado.

alimentazione nuotoOvviamente, in qualsiasi caso l’apporto calorico varia in base al tipo di nuoto che si predilige, dalla durata dell’attività e dalla sua intensità. In linea di massima, l’apporto calorico di un nuotatore dovrebbe essere di 11,5-14 kcal/minuti.

A seconda del proprio obiettivo d’allenamento, è davvero semplice calcolare le calorie giornaliere da consumare.

Un altro aspetto fondamentale da tener presente, è persino la frequenza dei pasti di ogni atleta, che deve essere piuttosto elevata per consentirgli un continuo apporto energetico. In questo caso, si consiglia di effettuare piccoli pasti dai 4 ai 7 al giorno.

Sport: Quando Mangiare Prima o Dopo l’Allenamento?

Alimentazione Prima e Dopo il Nuoto

Tutti i pasti che si effettuano prima e dopo l’allenamento ricoprono una fondamentale importanza, proprio perché ci consentono di mantenere regolari i livelli di glicemia, soprattutto dopo un determinato allenamento.

Si consiglia, quindi, di assumere cibo entro circa 30 minuti dall’allenamento, preferendo un mix di proteine per riparare i muscoli e, i carboidrati per ripristinare il glicogeno.

Naturalmente, sarebbe preferibile evitare qualsiasi tipo di cibo grasso, come per esempio quelli che apportano un elevato contenuto calorico, in quanto non apportano alcun nutriente all’organismo.

Diversamente, invece, snack più leggeri e sani, sono in grado di apportare qualsiasi nutriente e saziare soprattutto.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.