Dieta Plank, Come funziona?

0 182

Dieta Plank, Come funziona? Quando sentiamo parlare di dieta, molto spesso sentiamo nomi come dieta Dukan, dieta Atkins, dieta dissociata, dieta del metabolismo e dieta Plank, ma che tipo di dieta è quest’ultima?

La dieta Plank, specialmente conosciuta negli Stati Uniti, è un regime alimentare dietetico che fa perdere molti chili in pochissimo tempo.

Per quanto riguarda il suo funzionamento, questo è semplice e basilare, infatti, con un regime alimentare iperproteico e sbilanciato è possibile perdere fino a 9 chili in sole due settimane, e mantenere il peso raggiunto alla fine dei 14 giorni per almeno tre anni consecutivi, senza dover fare altri tipi di diete, in quanto c’è un radicale cambiamento del proprio metabolismo.

Funziona sul serio questo tipo di dieta? Prima di tutto dobbiamo affermare che, la dieta Plank non è una moda, ma anzi ha apportato già benefici positivi a tutte le persone che l’hanno seguita.

La perdita di peso alla fine dei 14 giorni è reale, in molti hanno confermato di aver avuto notevoli benefici seguendo questo regime alimentare.

In sostanza, la dieta Plank si fonda su un regime alimentare iperproteico e ipocalorico. Durante la dieta sono ammessi solo determinati tipi di alimenti, come le uova, il pesce, la carne e il prosciutto.

Questo tipo di regime alimentare dietetico, non prevede l’assunzione di carboidrati, che sono quasi esclusi dalla dieta, e ogni tipo di zucchero complesso. Gli unici carboidrati che si possono introdurre con questa dieta sono la frutta e un piccolo panino, o pezzo di pane.

Inoltre, con la dieta Plank è prevista anche la riduzione di fibre e vitamine, possono essere assunti in quantità limitata: spinaci, insalata, carote e frutta, che deve essere consumata con regolazione.

L’alimento che prevale in questo regime alimentare sono le uova, che possono essere consumate con abbondanza.

Un grande consumo di uova, che troviamo nelle diete iperproteiche, offrono un elevato apporto di energia, ma allo stesso tempo un maggiore livello di colesterolo cattivo nel sangue. Il limite di due uova a settimana è necessario per non affaticare il cuore.

Senza alcun dubbio, la dieta Plank aiuta ad accelerare il metabolismo dei grassi, ma dato che questo regime dietetico non prevede grassi, tranne quello contenuto negli alimenti proteici, costringe l’organismo a consumare le riserve di grasso presenti nell’organismo per produrre energia.

Ciò vuol dire che, l’assunzione di alimenti proteici induce l’organismo alla chetogenesi, ossia la divisione delle cellule adipose in grassi che con processi enzimatici vengono trasformati in energia da consumare. Dunque, la dieta Plank funziona per davvero.

Da sempre esistono due versioni della dieta Plank quella originale, che prevede un regime alimentare piuttosto rigido, quella modificata consente piccole concessioni nelle due settimane di dieta.

Naturalmente, la dieta Plank originale è più efficace, proprio perché non prevede concessioni, e se seguita alla lettera i risultati sono notevoli.

Anche se nella versione modificata le concessioni non sono molte, è comunque possibile raggiungere l’obiettivo prefissato.

Le concessioni riguardano il consumo di 3 fette biscottate a colazione anziché il panino intero, se non amate il formaggio svizzero potrete optare per quello spalmabile, le uova possono essere cucinate anche in altri modi a condizione che non venga utilizzato l’olio, la domenica è possibile scegliere di mangiare a piacere a pranzo invece che a cena.

Questa dieta può essere seguita esclusivamente da persone obese o in sovrappeso che desiderano togliere tutti i chili di troppo. La dieta Plank fa perdere peso, ma non impedisce che, mangiando a dismisura, non si riprendano i chili persi.

Le fibre, gli zuccheri, il formaggio, i grassi vegetali, i carboidrati sono completamente banditi da questo tipo di dieta o ridotti all’osso.

La dieta è, quindi, iperproteica e si basa sulle proteine animali, come uova, bistecche di pollo, insalate, carote e caffè amaro.

La Dieta Plank Funziona?

Una delle domande più frequenti sulla dieta Plank è se questa tipologia di dieta funziona oppure no. Da diversi anni, su internet, viene molto cercata e sono tantissimi i siti ed i blog che ne parlano, diversi blog di settore inoltre ne parlano piuttosto bene.

Effettivamente, seguendo la dieta plank, è possibile ottenere risultati alla fine delle due settimane di percorso. Lo svantaggio, se ne vogliamo trovare uno, è che, secondo molte persone, dopo pochi mesi i Kg persi tendono a ritornare, perché chiaramente, superati i 14 giorni di dieta, si tende a ritornare alle vecchie e cattive abitudini alimentari.

In pratica sarebbe importante seguire una fase di mantenimento dopo aver seguito la dieta Plank per ottenere risultati migliori.

È bene sottolineare inoltre che la Dieta Plank è una dieta aggressiva: una dieta che permette di perdere dai 7 ai 10 Kg in una sola settimana, infatti, è necessariamente molto aggressiva, e quindi bisognerebbe valutare bene se sia il  caso di seguirla oppure no.

Mutando infatti il nostro regime alimentare in maniera drastica si può rischiare di causare degli shock al nostro organismo, e, in caso di particolari patologie, si potrebbero avere dei problemi.

Esempio Menu Settimanale Dieta Plank

Il menù della dieta Plank da seguire lo troverete qui sotto, e deve essere seguito per due settimane.

Il primo giorno a colazione bisogna consumare caffè senza zucchero. A pranzo due uova sode e spinaci poco salati. A cena una bistecca alla griglia o tre bistecche di manzo fritte, sedano e insalata. Il secondo giorno a colazione bisogna prendere un caffè nero amaro e un po’ di pane. A pranzo una bistecca con insalata, e un qualsiasi tipo di frutta.

A cena prosciutto cotto in quantità desiderata. Il terzo giorno prevede una colazione a base di caffè nero amaro e un po’ di pane. A pranzo devono essere consumate due uova sode, pomodori e insalata. A cena prosciutto cotto accompagnato da insalata.

Il quarto giorno a colazione bisogna bere un caffè nero amaro e assumere un po’ di pane. A pranzo un uovo, carote bollite o crude e formaggio svizzero.

La cena prevede frutta e yogurt. Durante il quinto giorno a colazione bisogna assumere caffè nero amaro, carote e limone. Il pranzo prevede pesce al vapore e pomodori come contorno. A cena bisogna mangiare una bistecca e dell’insalata.

Il sesto giorno prevede una colazione a base di caffè nero e un po’ di pane. Il pranzo prevede solo pollo alla griglia e, a cena due uova sode e carote come contorno. Il settimo giorno la colazione si compone da tè con succo di limone.

Il pranzo prevede una bistecca alla griglia e qualsiasi tipo di frutta. Durante la cena del settimo giorno si può mangiare tutto quello che si desidera. La dieta deve essere ripetuta alla perfezione per due settimane, partendo dall’ottavo giorno.

Scrivi un commento, fai una domanda, racconta la tua esperienza:

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.