Dieta a punti: cosa è, come funziona?

Dieta a punti: cosa è, come funziona?
0 99

Molte e variegate sono le diete presenti, a volte dai nomi bizzarri ed altre tendenti ad un non equilibrio tra gli alimenti. Tra questa moltitudine di soluzioni più o meno miracolose ne spunta una che appare più ragionevole: la dieta a punti, vera e propria strategia alimentare ideata dal dietologo italiano Guido Razzoli negli anni 70.

Ma quale era lo scopo del Dott. Razzoli? Si era prefissato di elaborare un piano d’attacco ai chili superflui che non prevedesse grandi rinunce, che risultasse facile da comprendere e da seguire e che, sopra ogni cosa, risultasse piuttosto ragionevole, una dieta dettata dal buon senso.

Recentemente la dieta a punti è stata rispolverata anche da riviste del settore blasonate, vediamo quindi quali siano le caratteristiche principali di questo regime alimentare:

  • Ad ogni alimento è assegnato un determinato punteggio
  • Viene assegnato un certo punteggio che si basa esclusivamente sul peso della persona
  • I punteggi degli alimenti vengono cumulati, massima attenzione a non eccedere il massimo punteggio stabilito in base al peso
  • Facilità nel seguire la dieta e ridotto senso di frustrazione dettato da eccessive rinunce tipico di altre diete più ferree
  • Grande libertà nel creare menu settimanali

E’ sufficiente quindi pesarsi (i punteggi in base al peso variano da uomo a donna) ed identificare il proprio punteggio, a quel punto basterà consultare la lista degli alimenti per controllare i punti dei cibi che andremo a mangiare. In questo modo, senza troppe rinunce né sofferenza, sarà possibile raggiungere il tanto agognato peso forma.

Dieta a punti: quanto si dimagrisce?

Dieta a punti: cosa è, come funziona?
Dieta a punti: cosa è, come funziona?

Se la dieta a punti ti è sembrata una strategia alimentare molto interessante e, forse, da testare al più presto, sarai davvero entusiasta nell’apprendere che questa dieta prevede un dimagrimento importante e costante. E’ infatti possibile perdere circa 4 kg al mese. Ovviamente questo dato è soggettivo in quanto, ad esempio, dipende dal grado di sovrappeso o obesità dal quale si parte.

L’altra ottima notizia è che difficilmente ci si alza da tavola, seguendo la dieta a punti, ancora piuttosto affamato o non sazio a sufficienza. Ci si può buttare con serenità sulle verdure che tendono ad avere un punteggio zero. Viceversa, una semplice pizza ricopre la quasi totalità di un punteggio di una donna con qualche chilogrammo di sovrappeso.

Menu settimanale dieta a punti 

Adesso che hai ben chiaro cosa è la dieta a punti e come funziona, vediamo un esempio di menu settimanale basato proprio su questo regime alimentare. In verità uno dei punti forza di questa dieta è proprio di decidere in prima persona cosa mangiare. In modo estremamente semplice sarà sempre possibile essere creativi in cucina pur rispettando il regime dietetico.

Solitamente il pasto più ricco di punti è il pranzo, questo anche perché è il momento della giornata durante il quale siamo più attivi e decisamente indaffarati!

Esempio di menu settimanale basato su una donna che pesa 70 kg e che ha intenzione di dimagrire. Il totale dei punti previsti da questo menu è pari a 22.

Colazione: 80 grammi di torta semplice o con marmellata, 200 ml di latte parzialmente scremato freddo o caldo

Spuntino di metà mattina: yoghurt magro senza zuccheri aggiunti, 1 kiwi

Pranzo: 50 grammi di pasta con condimento molto semplice, 60 grammi di bresaola, 1 cucchiaino di olio, verdure a scelta (solitamente hanno un punteggio pari a 0)

Spuntino di metà pomeriggio: una piccola mela o frutto equivalente

Cena: 50 grammi di pane semplice, 60 grammi di salmone affumicato, verdure a scelta, 1 cucchiaino d’olio

Tabella dieta a punti

Vediamo ora la tabella vera e propria per stabilire il tuo punteggio giornaliero secondo sesso, altezza e, soprattutto, peso.

Donne ( altezza media tra i 1,55 e 1,70 m)

  • fino a 70 kg da 18 a 24 punti giornalieri
  • da 71 a 80 kg da 20 a 25 punti giornalieri
  • da 81 a 90 kg da a 22 a 27 punti giornalieri
  • da 91 a 100 kg da a 24 a 29 punti giornalieri
  • oltre 100 kg da a 26 a 30 punti giornalieri

Uomini ( altezza media tra i 1,70 e 1,85 m):

  • fino a 80 kg da 22 a 26 punti giornalieri
  • da 81 a 90 kg da 24 a 29 punti giornalieri
  • da 91 a 100 kg da 26 a 30 punti giornalieri
  • da 100 a 110 kg da 28 a 32 punti giornalieri
  • oltre 110 kg da 30 ai 35 punti giornalieri
Dieta a punti: cosa è, come funziona?
Dieta a punti: cosa è, come funziona?

Per quanto riguarda, invece, i punteggi dei vari alimenti ecco la tabella completa per poter costruire la dieta a punti personalizzata in base alle tue preferenze ed esigenze:

0 PUNTI

FRUTTA: albicocche , mela, nespole, fragole, ribes, mandarini, arance, pompelmo, pesca noce, ananas, kiwi, mela, melone, cocomero.

VERDURA: bietole, carciofi, sedano, melanzana, cavolo, broccoli, zucchine, zucca, cipolla, crescione, cavolfiore, cuori di cappuccina, indivia, scarola, asparagi, spinaci, fagioli, pomodoro, carota.

BEVANDE: acqua, infusioni di erbe, tè, caffè.

1 PUNTO

FRUTTA: 4 albicocche secche, 2 fichi, da 10 a 15 ciliegie, 4 prugne, 1 melograno, 3 fette di ananas in scatola, 1 piccola banana, mezzo mango, 15 chicchi di uva, 1 bicchiere di succo di frutta.

CARNE-PESCE-LATTICINI: 1 fetta di prosciutto cotto, 1 cucchiaio di latte condensato, 1 bicchiere di latte scremato, 100 grammi di cozze, 2 fette di tacchino, 2 fette di formaggio da fondere, 4 gamberetti, 2 yogurt scremato.

OLIO-MARGARINA-SALSE: 1 cucchiaino di olio, 1 cucchiaino di margarina vegetale, 1 cucchiaino di maionese, 1 cucchiaino di burro.

PANE-RISO-FECOLA-PATATE: 2 biscotti integrali, 2 gallette di riso, 1 fetta di pane fresco in cassetta, 1 fetta di pane tostato, 100 grammi di patate lesse, 8 cucchiai di cereali.

BEVANDE: 1 Coca Cola (1,5 punti), 1 bicchierino di vodka, 1 bicchierino di liquore dolce, 1 bicchiere di birra analcolica.

2 PUNTI

CARNI BIANCHE (pollo,tacchino, coniglio)

CARNI MAGRE – LATTICINI (latte scremato, yogurt magro, mozzarella light, tomino, ricotta di mucca)

PESCE MAGRO (razza, tinca, gambero, polpo, sogliola, spigola, trota, palombo,rombo, luccio, carpa, calamaro, seppia, ostrica, vongole, merluzzo, orate, platessa, nasello)

PROSCIUTTO COTTO

3 PUNTI

CARNE-PESCE-LATTICINI: una confezione piccola di tonno al naturale, 120 grammi di baccalà, 120 grammi di merluzzo, 120 grammi di orata, 120 grammi di gamberi puliti, 1 uovo, 40 grammi di formaggio bianco, 120 grammi di filetto di vitella, 1 vasetto di yogurt naturale zuccherato o di frutta, 150 grammi di petto di pollo, 120 grammi di petto di tacchino.

PANE-RISO-FECOLA-PATATE: 3 cucchiai di fiocchi d’ avena, 5 cucchiai di piselli, 5 cucchiai di legumi cotti, 2 cucchiai di muesli, 50 grammi di pane, 100 grammi di pasta cotta con le verdure, 3 cucchiai di purè di patate.

BEVANDE: 1 birra, 1 coppa di spumante, 1 bicchiere di vino.

4 PUNTI

CARNE-PESCE-LATTICINI: 120 grammi di tonno fresco , 120 grammi di trota, 120 grammi di bistecca di vitella, 100 grammi di salami, 100 grammi di salsicce, 100 grammi di fegato, 1 bicchiere di latte intero, 30 grammi di formaggio groviera, 30 grammi di parmigiano, 30 grammi di Emmental, 120 grammi di filetto di manzo.

PANE-RISO-FECOLA-PATATE: 30 grammi di pasta sfoglia, 200 grammi di pasta fresca.

Piaciuto quest’articolo? Lascia il tuo commento qui di seguito, oppure condividilo su Facebook oggi stesso!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.