Diete Dimagranti Per l’Autunno

Diete Dimagranti Per l'Autunno
0 9

Diete Dimagranti Per l’Autunno- Il passaggio tra la stagione alla mezza stagione è sempre un momento critico e questo vale sia per il passaggio dall’inverno alla primavera che dall’estate all’autunno. In questi periodi i cambiamenti sono maggiormente evidenti e  marcati e il corpo fa più fatica ad adattarsi alla nuova condizione sia in termini di luce che di temperatura. In particolare tra l’estate e l’autunno non solo la luce diminuisce ma anche i colori divengono meno vivaci. 

Autunno, stagione triste?

L’autunno ha intorno a se un’aura di tristezza, probabilmente perché in pieno autunno si celebra la giornata dei morti, un giorno mesto carico di ricordi legati a chi non c’è più e forse anche per le tipiche nebbie che calano soprattutto sulle pianure del nord Italia che non generano proprio allegria negli animi.

Nonostante questo basta guardarsi attorno per cambiare opinione: i colori autunnali sono stupendi, rosso, giallo, verde che si fondono insieme in un misto di colori ineguagliabile e che dire delle castagnate intorno al fuoco con un buon bicchiere di vino, tutto questo non fa tristezza, affatto.

Cosa cambia nel corpo

Il corpo umano si adatta alle variazioni cambiando il proprio funzionamento. Il calo delle temperature induce una diversa alimentazione, più ricca di grassi, per un antico istinto di sopravvivenza che resta impresso nel DNA umano: i prodotti della terra diminuiscono, la natura si prepara al freddo invernale, e in tempi molto remoti si doveva realizzare quello che chiamo l'”effetto Orso”.

Gli orsi si preparano all’inverno, periodo in cui vanno in letargo, facendo provvista di cibo che viene accumulato in ampi depositi adiposi che vengono consumati nel lungo periodo in cui l’orso non mangia. Gli esseri umani hanno sempre da mangiare, non vanno in letargo ma questo senso atavico è rimasto.

Oltre a questo, in autunno cominciano a ridursi le ore di luce e il cervello si adatta a questo in modo naturale, automatico: la riduzione della luce induce l’aumento della produzione di melatonina, un potente ormone che agisce sul ritmo del sonno e sull’umore.

Cosa è la Melatonina

La melatonina è un ormone prodotto dal corpo che ha come principale funzione quello di conciliare e indurre il sonno. La melatonina viene prodotta come risultato secondario di altre due sostanze: la serotonina e un amminoacido essenziale che ne è il precursore. La serotonina è anche chiamato l’ormone del buon umore.

L’amminoacido essenziale, il Triptofano, che ne è il precursore si trova in abbondanza in frutti tipicamente autunnali come le noci, le nocciole, le albicocche essiccate che si consumano in questa stagione: la natura provvede a quello che ci serve, dobbiamo essere noi a capirlo e sfruttare le potenzialità che la natura ci dona.

Melatonina e dolci

Per tornare alla melatonina, questa ha una caratteristica particolare: è un ormone luce-dipendente nel senso che la luce ne inibisce la produzione mentre il buio, la poca luce la stimola. Ecco perché in autunno aumenta la sua produzione. Le ricerche scientifiche hanno anche provato che l’aumento di melatonina ha effetto di stimolo al consumo di dolci e carboidrati, funzionale all’accumulo di riserve energetiche.

Il rischio di ingrassare

Da quanto detto è evidente che se ti lasci andare al tuo istinto recondito, facilmente e quasi senza accorgertene tenderai ad aumentare di peso, è un fenomeno naturale che devi conoscere per contrastarlo perché il cibo non scarseggia e devi dare questo segnale al tuo corpo che sta tendendo a rallentare il metabolismo.

Il maggior consumo di cibi grassi, dolci, un eccessivo consumo di carboidrati non solo ti fa ingrassare ma appesantisce il fegato e provoca l’aumento del colesterolo e dei trigliceridi che non fanno assolutamente bene come sai perfettamente.

L’Alimentazione Autunnale

Abbiamo fatto una lunga chiacchierata ma attraverso questo ti abbiamo portato ad intuire, a capire già quale deve essere il comportamento alimentare in Autunno e quali sono i cibi che dovresti consumare in questa stagione.

Per prima cosa non farti attirare dall’istinto di buttarti su dolci e carboidrati; non devi nemmeno reprimere eccessivamente questo desiderio alimentare, dai soddisfazione al tuo istinto ma con moderazione. Il maggior consumo di certi alimenti porta ad un maggior carico per il fegato, quindi particolare attenzione deve essere posta al consumo di cibi disintossicanti.

Quali cibi disintossicanti

Ottimo per questo il consumo di carciofi, di cicoria, di limoni, guarda caso prodotti che trovi in questo periodo insieme a molti altri come cavolfiori, verze, broccoli, potenti antiossidanti e depurativi. Ottimo anche il consumo di finocchi che oltre ad essere depurativi sono anche diuretici andando a contrastare problemi urinari che si presentano spesso nei cambi di stagione.

Non far mancare nella tua alimentazione della frutta secca, noci, nocciole, mandorle. Come vedi ti stiamo proponendo tutta roba di stagione, facilmente reperibile e con basso costo; non andare a cercare cose esotiche strane e particolari, quello che serve lo trovi nelle bancarelle del mercato, magari a Km 0, o nei supermercati, nei negozi di ortofrutta.

Combattere i virus

In autunno inizia l’offensiva dei virus, devi aiutare il sistema immunitario a funzionare al meglio, quindi tanta frutta e verdura di stagione, senza bisogno di buttare giù pasticche di vario genere che sono utili solo se per qualche strano motivo non puoi consumare frutta e verdura.

Le diete dimagranti per l’autunno non vertono sulla perdita di peso decisa per la prova costume ma sul mantenimento del giusto peso per contrastare l’effetto contrario del cibo maggiormente calorico che si mangia in questo periodo.

Le Diete dimagranti d’Autunno

Un principio fondamentale cui occorre uniformarsi è distribuire l’alimentazione quotidiana in 5 pasti in modo da tendere a non creare picchi glicemici e dare informazione all’organismo che c’è cibo, che non è il caso di provvedere a scorte energetiche.

Un altro consiglio è di mantenere attivo il metabolismo, innanzitutto evitando di saltare pasti e poi consumando attivatori come può esserlo, ad esempio lo zenzero che puoi liberamente aggiungere alla pietanze o assumere con integratori.

Proposta di dieta

A Colazione:

  • una tazza di latte o
  • una tazza di tè o
  • un bicchiere di spremuta di arance e limone
  • Cereali o Muesli

Spuntino di metà mattina

  • un frutto di stagione a scelta

A Pranzo

  • Un piatto unico di verdura di stagione, 90 grammi di tonno al naturale e 50 grammi di fagioli, il tutto condito con Olio Extra Vergine di Oliva. In alternativa carne rossa o bianca (130 g), verdura a piacere e 70 g di pane. termina con un frutto di stagione a scelta.

Spuntino a metà pomeriggio

  • Frutta fresca o un frullato di mela e carota

A Cena

  • Pesce al vapore o con pomodoro, insalata di finocchi o altra verdura oppure verdura cotta (biete, cicoria, spinaci); 80 grammi di pane. come condimento EVO tre cucchiaini.

Prima di coricarti è una buona abitudine consumare una tisana a tuo gradimento, meglio se depurante, alternando con tisane stimolanti il sistema immunitario.

Questa è solo una proposta di dieta ma qualsiasi verdura va bene purché sia rigorosamente di stagione.

Puoi sostituire la carne con prosciutto cotto e sgrassato oppure con formaggio fresco (fiocchi di latte, ricotta, caprino) secondo il tuo gusto e desiderio.

Due volte alla settimana ti consigliamo il consumo di due quadretti di cioccolato fondente ad alto contenuto di cacao.

Nell’insalata di verdure puoi aggiungere dei gherigli di noce anche tritati o nocciole tritate o qualche mandorle ma facendo attenzione a non eccedere con la quantità perché sono altamente caloriche.

I Cachi sono un frutto di stagione, utilissimi per l’alto contenuto di sali minerali e altre sostanze utili ma sono una bomba calorica, per cui il consumo è poco consigliato o. se proprio ti vuoi togliere il gusto, con molta moderazione.

Ti siamo stati utili con questo articolo? commentalo subito e seguici su Facebook.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.