Differenza Zuccheri Semplici e Complessi

0 27

Gli zuccheri sono dei composti chimici organici, chiamati anche glucidi, carboidrati o idrati di carbonio per via della loro struttura molecolare.

Si tratta di molecole con diverse funzioni biologiche, che vengono utilizzate dal corpo come fonte di energia ma non solo…

Gli zuccheri, infatti, fanno parte di strutture molecolari fondamentali per il nostro organismo, svolgono un’azione importantissima sul sistema immunitario e influiscono anche sulla fertilità e nello sviluppo biologico.

Quello che però più ci interessa maggiormente riguardo gli zuccheri è fondamentalmente il loro effetto sulla linea.

Nemici delle diete, gli zuccheri sono comunque un alimento importante ma da assumere in piccolissime quantità.

Ma quanto zucchero al giorno per non ingrassare è possibile mangiare? E quali zuccheri è meglio consumare?

Zuccheri Semplici e Zuccheri Complessi Cosa Sono

Gli zuccheri si dividono in:

  • zuccheri semplici
  • zuccheri complessi

Gli zuccheri semplici hanno un sapore dolce a differenza di quelli complessi. Ma vediamo più nello specifico quali sono le differenze fra questi due composti.

Zuccheri Semplici negli Alimenti

Gli zuccheri semplici comprendono:

  • il glucosio detto anche destrosio
  • il fruttosio abbondante nella frutta
  • il galattosio che si trova nel latte
  • il lattosio costituito da galattosio e glucosio
  • il saccarosio ovvero il comune zucchero da cucina, formato da glucosio e fruttosio
  • il maltosio che si forma grazie alla condensazione di due molecole di glucosio

Gli zuccheri semplici sono facili da riconoscere perché hanno un caratteristico sapore dolce, così come gli alimenti che ne sono ricchi.

Sappiamo bene che una delle prime cose da fare quando si decide di migliorare la propria alimentazione, per perdere qualche chilo di troppo, è eliminare i dolci.

Ma quanti zuccheri semplici al giorno è possibile consumare?

Secondo l’Oms, l’Organizzazione Mondiale della Sanità, il limite di zuccheri consigliato è di 25 grammi al giorno, una soglia molto facile da superare se si pensa che per raggiungerlo bastano 3 cucchiaini di zucchero.

Oltre ai cucchiaini di zucchero che mettiamo nel caffè si deve pensare anche alla percentuale di zuccheri che contengono gli alimenti e le bevande che consumiamo abitualmente.

Zuccheri Complessi Quali Sono

Gli zuccheri complessi sono quelli che sono contenuti nella pasta, nel pane, nei grissini e nei dolci.

Lo zucchero complesso più comune è l’amido, presente in tutti i farinacei e nelle patate, costituito da lunghe catene di glucosio che poi vengono scisse nell’organismo durante la digestione.

Anche se particolarmente calorici, i carboidrati sono alimenti molto importanti che vanno assolutamente inclusi nella nostra dieta, ma sempre con moderazione.

Basti sapere che il cervello usa esclusivamente il glucosio per ricavare l’energia necessaria al suo funzionamento.

La totale assenza di carboidrati nella dieta inoltre provoca la cosidetta chetosi o acetonemia, ovvero una condizione di sofferenza per l’organismo in cui l’eccesso di sostanze con effetti tossici, come l’acetone, si accumulano causando un abbassamento del pH sanguigno.

Questa condizione di norma va sempre evitata e limitata nel tempo.

Una dieta sana ed equilibrata prevede ogni giorno l’assunzione delle giuste percentuali e quantità di carboidrati, grassi e proteine in base alle proprie esigenze corporee.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.