Eliminare il Glutine Per Dimagrire Senza Fatica?

0 154

Eliminare il Glutine Per Dimagrire Senza Fatica? – E’ possibile perdere peso senza fatica eliminando il glutine? Sei a dieta e non riesci a perdere peso? Appena mangi la pasta senti del gonfiore addominale? Forse il problema è un eccesso di glutine!

L’articolo di oggi è dedicato all’argomento glutine, uno degli argomenti più in voga negli ultimi anni, ma il contenuto di quest’articolo ti potrà essere davvero utile per capirne di più.

A volte, dei piccoli cambiamenti, nella nostra alimentazione, possono dare dei risultati incredibili, e se ti capita di sentirti gonfio o gonfia dopo aver mangiato un piatto di pasta, nonostante tutte le rinunce, se non riesci a perdere peso, forse la soluzione è più semplice di quello che pensi: dovresti eliminare dalla tua alimentazione per un periodo di tempo gli alimenti che contengono glutine.

Cosa è il Glutine?

Il glutine è una proteina presente nel grano ed in altri cereali come orzo o segale. Consumata in eccesso può infiammare le mucose intestinali e renderle impermeabili, portando così il nostro corpo a riempirsi di tossine.

Il glutine è un composto che si forma a partire da due classi di proteine, le glutenine e le prolammine: queste proteine sono presenti in tutti i cereali, ma in alcuni si combinano per formare quello che noi chiamiamo glutine, che possiamo definire una sostanza collosa che viene utilizzata anche come addensante.

Sempre più studi dimostrano una sensibilità diffusa al glutine, tanto che, oggi, non è raro incontrare persone intolleranti al glutine, questo è colpa chiaramente anche delle manipolazioni cui il frumento è stato sottoposto, che rinforzano il glutine e lo rendono difficile da “digerire”.

Il glutine può scatenare una serie di reazioni fra cui:

  • Meteorismo
  • Senso di pesantezza
  • Stanchezza

Questi tre “sintomi” (se così possiamo chiamarli) sono segnali di un metabolismo che probabilmente è rallentato, ed indicano proprio una sorta di “intolleranza da accumulo”: il nostro corpo, in buona sostanza, ci sta dicendo che stiamo mangiando troppo glutine e troppo di frequente, ecco perché non riusciamo più a perdere peso.

Se l’organismo è chiamato a gestire un alimento che lo irrita e che porta a problemi di ritenzione idrica, dimagrire è praticamente impossibile (a proposito di ritenzione idrica leggi anche BB-Dren Opinioni Drenante Per Sgonfiare la Pancia, Funziona?).

In buona sostanza dovremmo dare una tregua al nostro organismo dal glutine e ripulire l’intestino, recuperando così la tolleranza al glutine, per poi tornare a mangiare tutto!

Il Glutine irrita l’intestino? Rallenta il metabolismo?

Una delle conseguenze dell’eccessivo consumo di glutine è l’infiammazione delle mucose intestinali, che causano poi quello che noi chiamiamo gonfiore addominale: una pancia sempre gonfia è il segnale che qualcosa ci sta facendo male, dobbiamo considerarlo come un vero e proprio campanello d’allarme!

Le mucose intestinali irritate diventano praticamente permeabili e fanno così passare le sostanze di scarto che il nostro corpo dovrebbe invece eliminare: entrando nel sangue, queste sostanze, possono causare intolleranze ed un rallentamento del metabolismo, che viene chiaramente appesantito da una quantità di scorie che continuiamo ad accumulare.

Se il glutine poi è poco tollerato e digerito male dal nostro organismo, potrebbe essere anche la causa di fermentazioni, dovute al fatto che il cibo transita più lentamente nel nostro intestino infiammato, ma, fortunatamente, questa situazione è assolutamente reversibile!

Il glutine non agisce solamente a livello intestinale: l’infiammazione dovuta al glutine può determinare anche un affaticamento del sistema linfatico, che ha il compito di drenare i liquidi, e questo può portare, come dicevamo prima, anche a problemi di ritenzione idrica, accentuati dal fatto che un intestino irritato assorbe in misura minore i minerali drenanti come il potassio.

Aumentando il livello di tossine in circolazione, inoltre, anche il nostro fegato sarà affaticato, ed il fegato è l’organo che ci aiuta a depurarci e trasformare i grassi in energia: se il fegato non lavora bene i grassi si accumulano ed abbiamo un minor controllo della concentrazione degli zuccheri nel sangue, tutto questo, chiaramente, porta poi ad ingrassare, specialmente a livello addominale.

Come disintossicare l’organismo dal glutine?

Basta evitare di assumere per un pò di tempo (basta anche una sola settimana) questo agente irritante per favorire quello che potremmo definire un vero e proprio decongestionamento delle mucose intestinali: il gonfiore addominale sparirà ed il metabolismo verrà riattivato!

Se seguo un programma senza glutine per 5 giorni avrò delle carenze alimentari?

Questa è una delle domande che tutti noi ci facciamo quando leggiamo articoli come questo. Secondo gli esperti, i cereali gluten free forniscono al nostro organismo carboidrati complessi ed hanno una buona quantità proteica, a volte superiore a quella contenuta nel grano.

Questo non ci porterà dunque ad avere nessuna carenza, anzi ci aiuterà ad avere una alimentazione più varia, attenzione però a non utilizzare merendine, brioche e biscotti anche se questi hanno la dicitura “gluten free“.

Come liberarsi delle conseguenze negative dell’assunzione di glutine?

Per liberarsi da queste conseguenze basta smettere di mangiare glutine per almeno cinque giorni: in questo modo potremo dare al nostro intestino il tempo necessario per rigenerarsi. Per farlo dobbiamo evitare i cereali che contengono glutine e gli alimenti confezionati nei quali è presente, ecco una semplice guida con alcuni consigli pratici:

Cereali da evitare:

  • Frumento
  • Grano
  • Farro
  • Orzo
  • Avena
  • Segale
  • Grano Khorasan (una delle varietà è il Kamut)
  • Farine
  • Pane
  • Prodotti da forno

Questi prodotti vanno sostituiti con cereali senza glutine, come Quinoa, amaranto e grano saraceno.

Bevande e Cibi da evitare:

In questi cinque giorni dovresti evitare inoltre alcune bevande e cibi, se davvero vuoi ottenere risultati, più in dettaglio

  • Birra
  • Caffè d’orzo
  • Latte vegetale ottenuto da cereali con glutine
  • Minestre e zuppe confezionate
  • Alimenti che presentano panature
  • Hamburger pronti
  • Preparati con l’aggiunta di pan grattato

Piaciuto quest’articolo? Metti mi piace, oppure condividilo oggi stesso su facebook! Se vuoi aggiungere qualcosa, come sempre, sei il benvenuto nei commenti di Metodiperdimagrire.it!

Scrivi un commento, fai una domanda, racconta la tua esperienza:

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.