Frutti del Drago: Proprietà e Benefici Pitaya

0 17

I frutti del Drago o Pitaya sono bellissimi frutti ricchi di vitamina E, ferro e fosforo.

Provengono dalla pianta appartenente al genere delle Hylocereus e hanno importanti proprietà anti-ossidanti.

Scopriamoli meglio con questo articolo.

Frutti del Drago e Frutto del Dragone

I frutti del Drago sono provenienti da cactus molto particolari e che somigliano alle palme.

L’aspetto curioso di questi frutti, detti anche Pitaya, fa pensare al gusto esotico mentre il sapore delicato ricorda quello del cetriolo.

La Pitaya ha una forma ovale e al suo interno trovi una polpa bianca a semi piccoli e neri.

La buccia violacea è decorata da insenature verdi ed è la parte del frutto che lascia maggiormente ammaliati.

Esiste anche la variante gialla o rossa, le cui proprietà sono le medesime.

Oltre ad essere belli da vedere, i frutti del Drago sono anche davvero salutari.

Il loro sapore fresco li rende buoni da mangiare proprio perché sono delicati.

Dragon Fruit Proprietà

Cento grammi di Pitaya equivalgono a circa sessanta chilo-calorie.

I semi sono ricchi di vitamina E mentre la polpa offre ingenti quantità di vitamine C e B1.

Al tempo stesso la Pitaya offre una bella scorta di ferro e fosforo.

Per queste ragioni le maggiori proprietà dei frutti del Drago riguardano il contrasto della proliferazione dei radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento.

Le proprietà anti-ossidanti si uniscono a quelle ristoranti della flora batterica intestinale ma non solo.

Essi sono gli alleati migliori per chi soffre di diabete e per ha problemi di stress e di sensibilità cutanea.

Pitaya Gialla

I frutti del drago possono essere di due varietà: gialli e rossi.

La Pitaya gialla ha un sapore aromatico e dolciastro.

Di solito ricorda un kiwi maturo e in Sudamerica le persone sono solite mangiarle con il cucchiaino, semi inclusi.

La variante gialla è spesso quella che viene frullata per dolci e marmellate.

Il frutto del drago, tuttavia, è sensibile al calore motivo per cui perde gran parte delle proprietà quando viene cotto o macerato.

Il sapore più marcato della Pitaya gialla fa sì che essa sia la variante prediletta per marmellate, dolceria da forno, bevande e cocktail.

Pitahaya Rossa

La variante rossa dei frutti del Drago è decisamente più morbida rispetto a gusto e durezza della polpa.

L’aspetto è simile e differisce solo per il colore.

La polpa della versione rossa ha un sapore a metà tra il cetriolo e la mela ed è quella più utilizzata per insalate fantasiose e macedonie.

Anche la versione rossa è sensibile a luce e calore, per cui conviene mangiare la Pitaya subito dopo averla sbucciata.

Solitamente la trovi anche sotto forma di frutta secca, uno snack sano e invitante.

Dove trovo i Frutti del Drago?

I frutti del Drago non sono facili da trovare qui in Italia.

Puoi acquistarli online ma non è sicuro che tu riceva frutti freschi e ricchi di vitamine.

Di solito lo trovi più facilmente già lavorato.

Per trovare della Pitaya fresca dovrai spulciare molti mercati esotici ma la ricerca non è affatto semplice.

Un altro modo per averli è quello di acquistare i semi perché la coltivazione diretta richiede davvero pochi accorgimento.

In condizioni climatiche calde questa pianta può darti i frutti fino a quattro volte in un solo anno.

I suoi fiori, infine, sono la ciliegina sulla torta: si chiamano Fiori della Luna e sono soliti sbocciare al buio.

Ti lasciamo con una curiosità: sapevi che se mangi la varietà rossa potresti avere le urine del medesimo colore? Non temere, non è sangue.

Si tratta solo dell’effetto diuretico conseguente ad aver mangiato il frutto e passa dopo uno o due giorni.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.