Intolleranza al Glutine cosa Mangiare?

0 64

L’Intolleranza al Glutine è una delle forme di intolleranza al frumento che costringe le persone a modificare le proprie abitudini alimentare al fine di evitare reazioni violente causate proprio dall’ingestione di lieviti, frumenti o dolci.

In quest’articolo cercheremo di spiegare, in maniera semplice, cosa è l’intolleranza al glutine, quali sono i sintomi che ci fanno capire che è presente questa intolleranza, cosa mangiare e cosa non mangiare, al fine di fornire una guida completa per le persone intolleranti al glutine.

Intolleranza al Glutine

Per capire cosa è l’intolleranza al glutine bisogna prima inquadrare correttamente il glutine, un complesso proteico presente in cereali e frumento.

Si tratte della parte collosa dei chicchi di grano che causa quella fastidiosa sensazione di gonfiore (o gonfiore addominale) che si avverte dopo aver mangiato alcuni alimenti.

Il problema dell’intolleranza al glutine è dovuto dalla nostra alimentazione odierna: gli alimenti più diffusi contengono infatti glutine (basti pensare che il glutine è presente in tutte le farine disponibili nei supermercati, nel settore della ristorazione, nelle mense scolastiche o lavorative).

Fra gli alimenti che contengono glutine possiamo annoverare:

  • Orzo
  • Crusca
  • Couscous
  • Farina
  • Pasta
  • Segale
  • Semola
  • Frumento
  • Germe di Grano
  • Farina di Frumento
  • Semola di Grano

Sintomi Intolleranza al Glutine

I sintomi legati ad una sensibilità al glutine possono essere differenti, potremmo riassumerli come segue:

  • Disturbi addominali di vario tipo: coliche, gonfiore addominale, stipsi o diarrea, flatulenza, afte
  • Disturbi extra addominali: possono coinvolgere le articolazioni, i muscoli o i legamenti
  • Disturbi della pelle: manifestazioni simili ad orticaria, dermatite secca, eczema
  • Stanchezza cronica o difficoltà di concentrazione/attenzione
  • Abbassamento delle difese immunitarie
  • Infiammazione della mucosa intestinale

L’unico modo per diagnosticare una intolleranza al glutine è quello di eliminare il glutine attraverso una dieta senza glutine: un medico, dopo aver indicato la dieta da seguire, potrà analizzare le reazioni del paziente e le sue condizioni di salute.

Esistono inoltre dei veri e propri esami per diagnosticare una eventuale celiachia o una intolleranza al glutine.

Intolleranza al Glutine Cosa Mangiare?

Siamo arrivati al cuore di quest’articolo, la risposta alla domanda che fin da principio ti ha portato su quest’articolo di Metodiperdimagrire.it.

Come prima cosa vogliamo dunque darti una vera e propria tabella degli alimenti che si possono mangiare se si è intolleranti al glutine.

Cosa si può mangiare se si è intolleranti al glutine?

Gli alimenti più semplici da reperire sono il riso, la carne, le patate ed i legumi, qui di seguito trovi una tabella più dettagliata:

Riso – Mais – Miglio – Amaranto – Quinoa – Grano SaracenoTutti i Cereali Privi di Glutine
PatateCastagne
Brodo VegetaleBrodo di Carne
Carni (Suine, Bovine, Ovine, Caprine)Pollame e Selvaggina
Tutti i pesci ed i molluschiProsciutto Crudo
Formaggi Stagionatiuova
Verdura e LegumiFrutta
Burro, Lardo e StruttoOlio Extravergine d’Oliva, Olio d’Oliva, Olio d’Arachidi, Olio di Semi di Soia, Olio di Semi di Mais, Olio di Semi di Girasole
Sale ed Erbe AromaticheFunghi Secchi e Funghi Freschi
OliveLatte e Panna Fresca
Caffè, Tè, CamomillaTisane
Bibite GassateVino, Spumante, Champagne
ZuccheroMiele

Intolleranza al Glutine Cosa Non Mangiare?

Veniamo a questo punto all’analisi di quelli che sono gli alimenti da evitare ovvero i cibi da non mangiare se si è intolleranti al glutine.

Qui di seguito troverai una tabella che ti mostrerà i cibi da evitare ed eventuali cibi che potresti sostituire nella tua alimentazione per evitare l’assunzione di glutine:

Cosa Non MangiareCome Sostituire?
PastaRiso
PanePane Senza Glutine
SegalePolenta
OrzoPatate
Alimenti PanatiAlimenti Senza Glutine
WurstelWurstel Senza Glutine
GnocchiGnocchi Senza Glutine
DolciDolci Senza Glutine

Sono inoltre da evitare toast e pancarrè, biscotti e brioches, merendine e salsa di soia, frutta secca infarinata, surrogati del caffè che contengono orzo e similari, birra, whisky, vodka ed amari.

Esistono oggi in commercio tantissimi prodotti privi di glutine, ma il nostro consiglio, prima di acquistarli, è di verificare sempre i valori nutrizionali e gli ingredienti, per evitare di assumere troppe calorie o mangiare comunque cibi poco sani!

Mangiare Senza Glutine

Mangiare senza glutine fa bene a tutti, non solo ai celiaci o alle persone intolleranti al glutine: se il glutine per i celiaci può essere considerato un vero e proprio veleno, per le persone che non soffrono di celiachia o di intolleranza al glutine, scegliere di ridurre l’apporto di glutine, o mangiare senza glutine può essere una scelta sana!

I benefici, per chi mangia senza glutine, sono molti:

  • Aiuta a purificare l’organismo
  • Aiuta a sgonfiare l’addome
  • Può migliorare la condizione generale dell’intestino

Per mangiare senza glutine bisogna chiaramente eliminare gli alimenti che lo contengo, ovvero il pane, la pasta, la pizza, i biscotti ed i dolci.

Cosa è il glutine?

Il glutine è una proteina presente in determinati cereali, come il farro, frumento, kamut, segale, avena, orzo, triticale e spelta. Seguire una dieta senza glutine vuol dire, dunque, evitare alimenti contenenti questi cereali.

Gli alimenti privi di glutine da assumere, sono: il riso, il mais, la quinoa, l’amaranto, la manioca e il grano saraceno.

Inoltre, tutti i soggetti intolleranti al glutine, possono assumere anche castagne, patate, carni, ogni tipo di pesce e mollusco, conservati al naturale, sott’olio, affumicati, e privi di aromi e altre sostanze, brodo vegetale e di carne, formaggi stagionati, come anche il Parmigiano Reggiano.

E tu vuoi aggiungere qualcosa? Lascia un commento, metti mi piace, oppure condividi quest’articolo su Facebook oggi stesso!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.