L’Obesità e Sovrappeso: Valori, Cause, Rimedi

0 90

Obesità e Sovrappeso: secondo l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità), l’obesità è uno dei principali problemi di salute pubblica in tutto il mondo.

Con il termine obesità si indica un eccessivo aumento di peso per accumulo del tessuto adiposo.

L’Obesità sta diventando una vera e propria epidemia che si diffonde in moltissimi Paesi e che può causare problemi sanitari molto gravi.

Definizione Obesità

Cosa è l’obesità? Viene definita una patologia endemica, molto diffusa nei Paesi occidentali, dove si registra il più alto tasso di persone in sovrappeso.

Si tratta di una condizione fisica che indica un eccessivo accumulo di grasso corporeo causato da una alimentazione scorretta e da uno stile di vita sedentario.

Si tratta di una condizione caratterizzata da un eccesso di massa grassa (tessuto adiposo) rispetto alla massa magra (per approfondire vedi anche Come calcolare la percentuale di massa grassa e Come calcolare il peso forma?).

Calcolo Obesità

Si parla di obesità quando il peso corporeo supera di almeno il 20% il peso ideale o quando l’IMC è superiore a 30.

Di fatto l’obesità è strettamente legata ad una percentuale di massa grassa elevata.

Come calcolare la Massa grassa?

Esistono diversi metodi per calcolare la massa grassa: oltre alle bilance impedenziometriche (una delle migliori è sicuramente l’Omron BF 511 Prezzo e Recensione) è possibile misurare la massa grassa:

  • Contando le c.d. pieghe della pelle
  • Valutando lo spessore delle pieghe della pelle attaverso la plicometria
  • Attraverso l’utilizzo di tecniche sofisticate come la risonanza magnetica, la pesata idrostatica, la TAC

L’Obesità Androide e Obesità Ginoide

L’Obesità androide, nota anche come obesità viscerale o “a mela” è tipicamente maschile e si caratterizza per un maggiore accumulo di tessuto adiposo nella zona addominale e toracica, dorsale e cerviconucale.

L’Obesità ginoide, o obesità sottocutanea o “a pera” è tipicamente femminile e si caratterizza per un accumulo di massa adiposa nella metà inferiore dell’addome, nell’area dei glutei e nelle aree femorali.

Delle due, quella più pericolosa è l’obesità androide perché può causare problemi cardiovascolari e metabolici.

Obesità Fattore di Rischio

Come abbiamo anticipato nell’introduzione, l’obesità è un fattore di rischio in quanto, insieme al sovrappeso, viene associato a condizioni di morte prematura e malattie croniche.

Difficoltà respiratorie, problemi articolari, mobilità ridotta, disturbi dell’apparato digerente sono solo alcuni dei disturbi di cui può soffrire una persona obesa.

Tra i principali fattori di rischio dell’obesità si possono elencare:

  • Fattori genetici
  • Familiari obesi ed obesità infantile
  • Età e genere
  • Gestazione e gravidanza
  • Dieta squilibrata
  • Sedentarietà o scarsa attività fisica
  • Sospensione del fumo (si sa che smettere di fumare può portare ad un aumento di peso, vedi anche l’articolo “Migliori Libri Per Smettere di Fumare“)
  • Assunzione di farmaci

Obesità Cause

Quali sono le cause ed i fattori di rischio per l’obesità?

L’aumento di peso e di massa grassa deriva da uno squilibrio calorico: in buona sostanza si assumono più calorie di quelle che si consumano con l’attività fisica.

Le cause principali dell’obesità sono sicuramente la sedentarietà (scarsa attività fisica) e la cattiva alimentazione (eccesso di carboidrati e zuccheri).

Le persone inattive infatti tendono ad aumentare di peso con maggiore facilità perché hanno un ridotto consumo calorico e fanno sì che il metabolismo si “addormenti”.

L’attività fisica infatti aiuta ad aumentare la massa magra e al tempo stesso a riattivare il metabolismo (vedi anche Come aumentare il metabolismo?).

Il consumo di cibo ad alto contenuto calorico e l’eccessivo consumo di bibite, dolci, caramelle e grassi fa prendere peso.

Centro Obesità

Esistono in tutta Italia numerosi centri obesità: si tratta di gruppi multispecialistici dedicati all’obesità che prevedono un percorso preoperatorio, la degenza ed il follow up.

Dopo aver effettuato la prima visita, in caso di idoneità, il soggetto obeso viene valutato al fine di procedere con la chirurgia dell’obesità grava (indicata in chi ha un BMI uguale o superiore a 40).

Qui di seguito puoi vedere un video sul Centro Obesità Humanitas:

Centro Obesità Humanitas

L’Obesità Patologica

Con il termine Grande Obesità, o Obesità Patologica si indica la condizione che si presenta quando l’eccesso di peso mette a rischio la vita della persona.

È una malattia cronica permanente su base genetica.

Nei primi anni e nei primi stadi di obesità questa può rendere problematica la deambulazione causando dolori come:

  • Mal di schiena
  • Dolori articolari a ginocchia ed anche
  • Astenia
  • Difficoltà respiratorie
  • Malattie cutanee
  • Vene Varicose

Se non trattata, l’obesità può peggiorare e diventare così patologica, causando anche malattie fatali come il Diabete di Tipo 2 (per approfondire leggi Diabete: Cause e Rimedi), sindrome metabolica (se non sai cos’è puoi leggere l’articolo sulla Sindrome Metabolica), epatopatie, apnea da sonno, …

Obesità e Dintorni

Esiste un vero e proprio portale/forum dedicato al mondo dell’obesità (http://www.obesitaedintorni.it/), una sorta di community dove si trovano supporto ed informazioni per chi vuole intraprendere la via della chirurgia bariatrica.

All’interno del sito è possibile leggere le storie di altre persone che stanno combattendo con questa malattia che causa disagi in molti ambiti.

Obesità e Psicologia

A livello psicologico, l’obesità può effettivamente cambiare la vita di una persona: le persone obese si sentono spesso isolate e, secondo alcuni studi, alle persone obese vengono attribuiti una serie di stereotipi negativi che possono portare a dei trattamenti ingiusti.

Si parla di Weight Bias, ovvero di Pregiudizio sul peso per indicare una serie di atteggiamenti che influenzano le relazioni interpersonali.

Fra le varie sfaccettature e problematiche correlate all’obesità ci sono la derisione e la presa in giro verbale, il bullismo nel caso di obesità infantile e la vittimizzazione relazionale o l’isolamento sociale.

Il Weight Bias però si può avere anche in età adulta, dove, secondo uno studio americano, si possono avere conseguenze in ambito familiare (i familiari fanno affermazioni sui parenti obesi o in sovrappeso), in ambito relazionale ed affettivo, in ambito lavorativo ed in ambito universitario.

I bambini in sovrappeso inoltre tendono a sviluppare un rapporto più difficile con il proprio corpo e al tempo stesso con i coetanei.

Mangiare troppo, cucinare i cibi in modo errato, condire gli alimenti con troppi grassi…. e a volte, come se non bastasse, esagerare anche nel bere, tutto ciò fa aumentare di peso.

L’eccesso di peso costringe il cuore ad un super lavoro e inoltre grava anche sulle ossa creando non pochi problemi a tutto l’apparato scheletrico, con gravi limitazioni ai movimenti, sopratutto in età matura.

Esistono dei rimedi contro l’obesità?

E’ chiaro che ci sono dei semplici rimedi contro l’obesità, ma spesso il problema è che non vogliamo mettere in pratica alcuni semplici accorgimenti per ridurre il nostro peso corporeo.

I rimedi sono semplici:

  • Camminare di più
  • Fare le scale a piedi
  • Usare meno la macchina
  • Andare in bicicletta
  • Fare un pò di sport, anche se leggero

… in questo modo sia il cuore che i muscoli riacquisteranno una maggiore elasticità e resistenza.

Principalmente bisogna evitare gli eccessi alimentari riducendo le porzioni a tavola, moderando i grassi di condimento, riducendo drasticamente il consumo di zucchero, dolci e bevande alcoliche.

INDICAZIONI:

Con il termine obesità si intende l’aumento di peso che supera del 20% il peso corporeo normale (il peso corporeo normale è indicato in apposite tabelle che tengono conto del peso in relazione all’età, al sesso e all’altezza del soggetto).

Per risolvere questa situazione si raccomanda:

  • Una dieta che limiti le quantità di calorie introdotte;
  • Una ridotta introduzione di grassi e zuccheri;
  • Una maggiore attività fisica che aiuti a consumare le calorie in più accumulate sotto forma di grasso;
  • Utilizzare un corretto metodo di cottura: cucinare senza aggiunta di grassi di condimento.

Obesità – ALIMENTI DA EVITARE:

Ecco una rapida lista di ingredienti che le persone obese dovrebbero assolutamente eliminare dal proprio regime alimentare:

  • Zucchero
  • Miele
  • Marmellata
  • Gelati
  • Gelatine di frutta
  • Torte
  • Biscotti farciti con cioccolato e creme
  • Dolciumi in genere
  • Frutta zuccherina (fichi, cachi, uva, banane)
  • Frutta secca(noci, nocciole, ecc.)
  • Frutta essiccata
  • Vino, birra e altre bevande alcoliche
  • Bibite zuccherate
  • Creme e salse
  • Cibi sott’olio
  • Formaggi grassi, latte e yogurt interi,
  • Carni grasse, salsiccia, pancetta, lardo, strutto.

AVVERTENZE:

Per condire le verdure utilizzare un solo cucchiaio da tavola di olio extra vergine d’oliva. La verdura lessata, può essere insaporita anche solo con limone o aceto. Consumare preferibilmente pane integrale, in ridotte quantità. E’ opportuno eliminare le salse dalle ricette che le prevedono. Il consumo di frutta è consigliato, anzichè ai pasti principali, durante la giornata. Consumare patate e legumi al posto del pane o della pasta.

Se hai altri consigli o vuoi aggiungere qualcosa a quest’articolo lascia il tuo commento, oppure metti mi piace e continua a seguirci.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.