Polifenoli del Maqui: Protezione Naturale?

0 28

Polifenoli del Maqui: Protezione Naturale? – Nell’articolo di oggi ci occupiamo dei polifenoli del maqui, una importantissima fonte di polifenoli, un gruppo eterogeneo di sostanze naturali che fanno molto bene al nostro organismo, essendo degli antiossidanti presenti nel regno vegetale (e nella frutta e nella verdura).

Tutti ormai sappiamo che la frutta e la verdura sono molto importanti nella nostra dieta quotidiana: la loro azione benefica sull’organismo è nota, e, secondo diverse ricerche scientifiche, i pigmenti colorati della frutta hanno delle caratteristiche preziose per il nostro organismo.

Questi pigmenti colorati si chiamano polifenoli e sono una famiglia di molecole presenti negli alimenti di origine vegetale: effettivamente, questi polifenoli, sono un vero e proprio sistema di protezione naturale molto efficace.

Se da un lato i polifenoli sono contenuti in frutta e verdura, è importante ricordare che oggi, a causa anche dei trattamenti con vari prodotti, proprio la buccia di frutta e verdura viene eliminata, ed i polifenoli hanno la loro maggior concentrazione proprio nella buccia.

Dove trovare allora i polifenoli?

Ci sono anzitutto i vegetali selvatici che sono più soggetti ad aggressioni esterne e che quindi hanno una concentrazione maggiore di polifenoli: i frutti di bosco come more, mirtilli e fragoline ad esempio. E poi secondo recenti studi si è scoperto che uno dei “frutti” con la maggior concentrazione di polifenoli è proprio il maqui, un piccolo frutto di colore blu.

La pianta dove cresce questo frutto, il maqui, è la Aristotelia Chilensis, una pianta che cresce nella Patagonia Cilena in condizioni climatiche estreme, dove vi sono forti sbalzi termici e venti.

Le proprietà dei polifenoli del Maqui

I polifenoli sono semplicemente dei potenti antiossidanti ed antinfiammatori. Il maqui in particolare viene poi raccolto a mano (l’utilizzo di mezzi meccanici, infatti, potrebbe compromettere l’habitat naturale e nuocere sia alla pianta che al frutto).

La colorazione del Maqui è data da un particolare tipo di polifenoli, gli antociani. Alcuni esperti consigliano di integrare la propria alimentazione con degli integratori di Maqui, ed oggi è possibile trovarne diversi anche su Amazon, fra cui uno prodotto da enerzona, che trovi cliccando sul bottone arancione qui di seguito.

Integratore Maqui Enerzona Capsule

Qui di seguito trovi invece alcune informazioni più dettagliate su polifenoli, antocianine e delfinidine.

I Polifenoli vengono prodotto dal metabolismo secondario delle piante, e svolgono numerose funzioni per la sopravvivenza e la salute delle piante (la pigmentazione del frutto e la protezione dai raggi UV, oltre che una azione antiparassitaria). A partire dalla metà degli anni ’90 queste sostanze sono state studiate dalla scienza e ad oggi conosciamo circa 4000 composti, fra cui i flavonoidi, gli isoflavoni, gli acidi fenolici e numerosi altri. Frutta e verdura sono la principale fonte alimentare di questi composti.

Le antocianine (dal greco “fiore blu”) sono una speciale tipologia di polifenoli con pigmenti che cambiano il proprio colore in base all’ambiente. In natura ne esistono diversi tipi, presenti nei frutti rossi e nell’uva rossa e nera: questi composti si distinguono per due caratteristiche: la loro solubilità in acqua ed un piacevole gusto fruttato, quando presenti nella giusta concentrazione.

Le delfinidine sono uno dei sottogruppi in cui si dividono le antocianine, e rappresentano la famiglia di polifenoli con la maggior presenza di un ossidrile che garantisce la solubilità in acqua. Il frutto che è più ricco di delfinidine è il maqui, che ha oltre il 70% delle antocianine totali.

Se quest’articolo ti è piaciuto o ti è stato utile metti mi piace, condividilo su facebook, oppure lascia il tuo commento qui di seguito!

Scrivi un commento, fai una domanda, racconta la tua esperienza:

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.