Prugne: Proprietà, Benefici e Controindicazioni

0 16

Le prugne sono note per essere un frutto rimineralizzante e ricco di nutrienti: in molti conoscono i loro benefici contro la stitichezza, ma in realtà le proprietà delle prugne ed i benefici sono numerosi.

Ottime alleate per chi soffre di osteoporosi, le prugne aiutano a combattere la stanchezza e sono un vero e proprio alleato di intestino, ossa, capelli e pelle.

Vediamo dunque quali sono i benefici delle prugne e le proprietà di questo frutto che può essere consumato secco o fresco durante tutto l’anno.

Prugne

Caratteristiche e periodo di maturazione delle prugne

Le prugne hanno un contenuto zuccherino elevato che consente loro di essere essiccate senza fermentare.

Inoltre è importante sapere che hanno diversi tempi di maturazione che vanno dall’inizio fino al termine della primavera.

Alcuni esemplari sono autofertili mentre altri richiedono invece un impollinatore.

A margine va altresì aggiunto che ci sono prugne adatte alla coltivazione nelle regioni più fredde, mentre altre crescono bene in località con inverni miti.

Per ottimizzare la crescita è tuttavia importante coltivare l’albero in un terreno argilloso poiché l’arbusto necessita di un suolo ben drenato.

Prugne Benefici e Proprietà

Le prugne indipendentemente da come vengono consumate vantano delle proprietà benefiche per la salute.

Per fare alcuni esempi si rivelano ideali per ridurre l’acne e i brufoli sia nei giovani che negli adulti.

Inoltre il succo di prugna pulisce il colon per cui dovrebbe essere incluso nella dieta settimanale per mantenere lo stomaco sano, in quanto eliminerà i rifiuti tossici che sono poi la causa di problemi alla pelle oltre che di stipsi.

Il succo di prugna infatti è ricco di antiossidanti che aiutano anche a ridurre i segni dell’invecchiamento come ad esempio linee sottili e rughe e rendono la pelle fresca e giovane.

Ad ulteriore dimostrazione dei benefici delle prugne va sottolineato che sono ricche di vitamine essenziali tipo la A e la C, e forniscono un notevole apporto di minerali come ferro, calcio, magnesio e fosforo e combattono qualsiasi carenza nel corpo e donando nel contempo una pelle sana e luminosa.

A margine va altresì aggiunto che il succo di prugna è ricco anche di vitamina B, per cui può ritornare utile per ottimizzare la salute dei capelli in quanto i suoi componenti rafforzano i follicoli piliferi dalle radici e prevengono rotture e danni.

Usi e consumi delle prugne

Le prugne in genere vengono consumate da sole secche come spuntino, anche se possono essere mescolate con una varietà di noci o gocce di cioccolato fondente.

Le prugne tritate invece sono ideali da aggiungere ai cereali o alla farina d’avena per la colazione, frullate o condite su un’insalata.

Quelle fresche si prestano per diverse elaborazioni culinarie, anche se la maggior parte delle massaie preferisce ricavarne della marmellata.

Come si fa la marmellata di prugne?

Per questa confettura le prugne non richiedono quasi nessun lavoro di preparazione; infatti, basta semplicemente rimuovere il nocciolo e poi immergerle in acqua con l’aggiunta dello zucchero che funge da aggregante per creare la classica marmellata da spalmare sul pane.

Se quest’articolo ti è stato utile ricorda di mettere un mi piace e condividerlo sui social per supportare Metodiperdimagrire.it

Se hai delle domande o vuoi aggiungere qualcosa scrivi un commento qui sotto!

Scrivi un commento, fai una domanda, racconta la tua esperienza:

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.