Ribes Nigrum: Proprietà, Benefici, Controindicazioni

0 49

Ultimamente, si sente parlare spessissimo del ribes nigrum, noto come ribes nero. Questa pianta fa parte della famiglia delle Sassifragaceae.

Il ribes nero è molto famoso per le sue proprietà antinfiammatorie; è utile anche come antistaminico, contro la congiuntivite, serve per diminuire il senso di allergia e aiuta a lenire la stanchezza.

Questa pianta è davvero interessante dal punto di vista delle sue proprietà. Infatti, viene utilizzata spesso a scopo farmaceutico. Probabilmente la conosciamo per i gemmoderivati e per il macerato glicerinerato.

Ribes Nigrum: perché è così usato?

Rimedio naturale al cortisone

Famoso è l’utilizzo dell’embrione fresco – tra cui citiamo le gemme – che immerse nell’acqua, nell’alcool e nella glicerina diventano un potente medicinale.

Invece di ricorrere al classico cortisone, potremmo impiegare il ribes nigrum, in quanto agisce sulle ghiandole surrenali nel medesimo modo.

Oltre all’effetto antinfiammatorio, la pianta ci aiuta a combattere contro lo stress. Come? L’ingestione del riber nero mette in moto moltissimi steroidi surrenalici, che le nostre ghiandole cercano di produrre quando siamo parecchio nervosi.

Come liberarci delle allergie e dello stress

Tutte le proprietà del ribes nigrum

La pianta aiuta le ghiandole a secernere steroidi in più per calmarci. Inoltre, tiene a bada il sistema immunitario, quando viene attaccato dalle allergie. Il suo uso non fa bene soltanto al nostro organismo, ma ci aiuta a respirare meglio.

  • La funzione antistaminica ci permette di tenere a bada l’asma scatenata dalle allergie, non solo primaverili;
  • Il ribes nigrum è indicato anche in presenza di faringiti, di bronchiti, di dermatite e congiuntivite;
  • La sua assunzione permette al nostro organismo di combattere meglio il freddo e aiuta ad evitare le influenze di turno! Decisamente utile per chi si ammala spesso in inverno.

Le proprietà benefiche del ribes nigrum non finiscono certamente qui. I prodotti che la natura ci offre sono pieni di sorprese e assicurano un corretto funzionamento del nostro organismo. Anche le foglie del ribes nigrum nascondono delle proprietà davvero ottimali.

Il componente delle foglie è il triterpeno, oltre ai polifenoli, che sono rinomati per essere depurative e diuretiche. Sono molto indicate nella fitoterapia; solitamente, vengono servite sotto forma di tisane.

Utilizzando le foglie del ribes nigrum, potrete eliminare l’acido urico e aiutare l’organismo a drenare meglio i liquidi. È un ottimo modo per tenere a bada il colesterolo nel sangue.

Le controindicazioni del ribes nigrum

Chi non può utilizzare il prodotto?

Seppure abbia tutti questi elementi fortemente positivi, è bene non eccedere nell’utilizzo del ribes nero; si consiglia un’assunzione fino ai tre mesi dal suo primo utilizzo. Essendo comunque un rimedio naturale al cortisone, ma avendone le medesime proprietà, potrebbe causare, con il tempo, ritenzione idrica.

Un’altra controindicazione potrebbe riguardare le persone che patiscono di ipertensione arteriosa. Coloro che hanno normalmente una pressione abbastanza alta dovrebbero evitare assolutamente l’utilizzo del ribes.

infatti, quest’ultimo fa aumentare potenzialmente la pressione sanguigna. Come ogni prodotto, prima di cominciare ad assumere qualcosa di nuovo e mai provato prima, è bene rivolgersi la proprio medico di base e chiedere più spiegazioni, onde evitare problemi futuri.

Scrivi un commento, fai una domanda, racconta la tua esperienza:

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.