Sedentarietà: Rischi e Conseguenze

Sedentarietà: Rischi e Conseguenze
0 18

Cosa c’è di meglio di tornare la sera a casa dopo una giornata di lavoro e sedersi sul divano a guardare una serie TV su Netflix o su Prime Video? Il problema è che oggi più che mai seguiamo uno stile di vita sedentario e non veniamo informati sui rischi e le conseguenze della sedentarietà.

Meglio leggere quest’articolo per capire perché è importante fare movimento e non stare tutto il giorno seduti!

Con il termine medico stile di vita sedentario si indica uno stile di vita “statico” che manca di moto e di esercizio fisico: sempre più riscontrato nei paesi sviluppati e nei paesi in via di sviluppo, lo stile di vita sedentario indica un modo di vivere che riduce al minimo il movimento:

  • Stare seduti tutto il giorno
  • Leggere da seduti
  • Guardare la tv
  • Usare il computer

Fare una o più di queste attività per buona parte della giornata e magari utilizzare l’auto o lo scooter anche per piccoli spostamenti (per non parlare dell’ormai abbandonata abitudine di fare le scale anziché prendere l’ascensore), ma procediamo con ordine.

Sai che il 60 – 85% della popolazione mondiale conduce uno stile di vita sedentario?

Cosa significa sedentarietà?

Con il termine sedentarietàstile di vita sedentario si indica la staticità del corpo, che rimane per buona parte della giornata “a riposo”: la mancanza di esercizio fisico e l’inattività del corpo, o il rimanere seduti per buona parte della giornata (dietro una scrivania, a tavola, sul divano, …) comporta uno stile di vita sedentario.

Conseguenze della sedentarietà

Si tratta di una delle condizioni più gravi e al contempo prevenibili dei nostri tempi, assai spesso sottovalutata: le conseguenze della sedentarietà però non andrebbero prese sotto gamba.

Se da un lato stare seduti ci fa sentire bene (magari dopo una lunga camminata), al tempo stesso ci rende sempre più pigri: quando cominciamo ad avere la sensazione che i nostri muscoli si stanno indebolendo o quando ci sentiamo stanchi anche dopo poco tempo che siamo in piedi, dovremmo attivare un campanello d’allarme!

Stare seduti impedisce di scaricare correttamente il peso sulle gambe (costringendo colonna vertebrale e muscoli della schiena a fare questo lavoro, creando poi problemi di mal di schienalombalgia).

Stare seduti impedisce alla cassa toracica (e di conseguenza ai polmoni) di avere lo spazio necessario per espandersi completamente, di conseguenza i livelli di ossigeno nell’organismo saranno più bassi e potranno causare anche una minore concentrazione.

Rischi della Sedentarietà

Secondo uno studio del 2001 di Lopez A.D., Mathers C.D., Ezati M., Jamison D.T., Murray C.J. (per approfondire vedi Global and regional burden of disease and risk factors), sembrerebbe che la mancanza di movimento e di esercizio fisico è una delle maggiori cause di morte prevenibili al mondo (così riporta anche Wikipedia).

Come rilevato anche dall’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità), la sedentarietà:

  • Raddoppia il rischio di insorgenza di malattie cardiovascolari
  • Raddoppia il rischio di insorgenza di diabete
  • Favorisce lo sviluppo del sovrappeso e dell’obesità
  • Aumenta il rischio di tumore al colon
  • Può creare problemi di pressione (pressione alta)
  • Aumenta il rischio di: Osteoporosi, disturbi del metabolismo, depressione, ansia

Proprio per questo motivo molte organizzazioni cercano di promuovere la filosofia del viaggio attivo (si tratta di un approccio al trasporto che si focalizza sull’attività fisica, quindi ad esempio andare al lavoro a piedi o in bicicletta): considerando che molti degli spostamenti quotidiani che facciamo sono di distanze relativamente brevi, si potrebbero cambiare le abitudini in favore di abitudini più sane.

Stare troppo tempo seduti fa male?

Alcune recenti ricerche hanno dimostrato come sia possibile migliorare il nostro stato di salute grazie all’attività fisica o a delle semplici passeggiate: il problema è che troppe persone, durante la loro giornata lavorativa, passano tropo tempo seduti davanti ad un computer o seduti alla scrivania.

Secondo alcuni studi è stato dimostrato che la sedentarietà, incluso lo stare seduti per lunghi periodi, aumenta il rischio di sviluppare diverse condizioni croniche, pare addirittura si arrivi dal cancro al diabete, passando per i problemi cardiovascolari.

Alcuni esperti di ergonomia hanno scoperto che stare troppo tempo seduti può causare anche problemi di vene varicose, problemi alla schiena ed ai piedi, alla tiroide e malfunzionamenti delle arterie.

La chiave è spezzare questa monotonia/sedentarietà durante la giornata: è sbagliato sia stare troppo tempo seduti che stare troppo tempo in piedi.

Per ogni mezz’ora di lavoro durante la quale stiamo seduti in ufficio le persone dovrebbero alzarti per circa otto minuti e muoversi in giro sciogliendo i muscoli.

Addirittura la NASA ha scoperto che basterebbe alzarsi per due minuti 16 volte al giorno per mantenere una buona densità muscolare: prendere questa buona abitudine potrebbe aiutare il nostro corpo ad evitare malfunzionamenti o problemi di salute anche gravi: pare che stare seduti per lungo tempo possa causare dei cambi fisiologici nel nostro corpo, per maggiori informazioni è possibile leggere anche l’articolo di approfondimento del Wall Street Journal (in inglese) dal titolo “The Price We Pay For Sitting Too Much”.

Come vedi, anche nel video viene ripresa una trasmissione dal National Geographic in cui viene spiegato che stare seduti troppo a lungo fa male alla salute e favorisce l’insorgenza di numerose malattie croniche.

Stare seduti più di sei ore al giorno, aumenta i rischi di morte precoce, e per risolvere il problema basterebbe lavorare in piedi o in tapis roulant.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.